Coppa Italia: Lazio-Juventus 0-1. Decide Lichtsteiner

Stephan Lichtsteiner - Juventus 2015/16

Sotto la pioggia dello stadio Olimpico di Roma, nella gara valida per i quarti di finale di Coppa Italia, la Juventus batte 1-0 la Lazio grazie al gol segnato da Lichtsteiner al 66′. I bianconeri si qualificano così per le semifinali dove affronteranno l’Inter: l’andata si giocherà mercoledì 27 gennaio a Torino, il ritorno mercoledì 2 marzo a San Siro.

Massimiliano Allegri si presenta a Roma con alle spalle 10 vittorie consecutive e si affida davanti a Simone Zaza e ad Alvaro Morata mentre tra i pali schiera Neto, Pioli invece arriva a questa importante sfida dopo il pareggio di campionato contro il Bologna e vuole riscattarsi con il debutto di Bisevac e con la coppia d’attacco Keita-Klose, quest’ultimo alla prima da titolare quest’anno. La Lazio parte subito aggressiva ma il primo tiro è dello svizzero Stephan Lichtsteiner che ci prova al 4′ con una botta dalla distanza, la conclusione però è debole e centrale e Berisha blocca senza problemi. Il primo tiro dei biancocelesti arriva su una punizione dalla distanza da parte di Candreva al 12′ ma la palla finisce di molto sopra la traversa.

Al 13′ invece un gran lancio di Milinkovic innesca Keita che da dentro l’area spreca una ghiotta occasione. Al 16′ Zaza compie un’ottima giocata costringendo Mauricio al fallo, la punizione viene messa in mezzo dove a colpire c’è Pogba che però non impatta bene. Al 26′ Zaza viene lanciato in profondità ma è bravo Bisevac a chiuderlo portandolo sul fondo; subito dopo viene lanciato nuovamente Zaza che sbaglia lo stop, la palla arriva a Pogba che ci prova da fuori ma il portiere albanese a respinge in angolo. L’occasione più interessante avviene al 34′ minuto con Morata che trattenuto da Bisevac va giù in area di rigore ma l’arbitro lascia proseguire, decisione non facile per il direttore di gara. Primo tempo con qualche bella fiammata ma senza grandi emozioni

La ripresa comincia con l’incredibile errore di Zaza che sbaglia un gol già fatto a porta vuota sulla respinta di Berisha che aveva risposto al tiro di Morata. Al 56 minuto Morata conquista un altro fallo, batte Alex Sandro e in mezzo colpisce ancora Pogba, ma il colpo di testa del francese finisce ancora alto sopra la traversa. Al 58′ la partita si accende con una piccola mischia dopo lo scontro Chiellini- Berisha. Al 62′ Pioli è costretto a effettuare il primo cambio visto che Mauricio dopo un contrasto è costretto a uscire in barella, prenderà il suo posto Hoedt. Al 66′ Zaza compie un grande stop e il suo tiro si stampa sul palo, sulla ribattuta arriva Lichtsteiner che colpisce a botta sicura, Berisha riesce ancora a parare ma la Gol line decreta il gol. Al 69 Zaza lancia perfettamente Sturaro ma a tu per tu con il portiere il centrocampista bianconero non c’entra lo specchio della porta. Nel finale Pioli rischia il tutto per tutto inserendo Felipe Anderson e Matri. Negli ultimi minuti Biglia prende una brutta botta alla caviglia ed è costretto a lasciare la squadra in 10. Il match si conclude con un doppio miracolo di Berisha prima su Dybala poi su Mandzukic, entrambi appena entrati.

About the Author /

A 6 anni i primi calci a un pallone, a 12 le prime pedalate in sella a una Bianchi e non ci è voluto molto a capire che quelli erano i miei due mondi e che avrei dovuto raccontarli, scrivendo i gol dei campioni e le imprese degli eroi su due ruote. A 20 anni mi ritrovo a studiare presso la facoltà di Scienze della Comunicazione a Bologna