Youth League 2019/2020, Atalanta-Shakhtar Donetsk: la Dea spreca, gli ucraini trovano il pari all’ultimo secondo

Uefa Youth League Logo

Atalanta-Shakhtar Donetsk, valida per la Youth League 2019/2020 finisce 2-2. La Dea domina ma non riesce a chiudere il match, ne approfitta lo Shakhtar che pareggia con un eurogol di Abdulaiev all’ultimo secondo. Un pari che sa di beffa per l’Atalanta che meritava decisamente di più.

A cominciare meglio è l’Atalanta ma la prima vera occasione ce l’hanno gli ospiti con la punizione di Sikan che Gelmi toglie dall’incrocio. Continua a creare la Dea ma al 26′ l’arbitro assegna calcio di rigore per lo Shakhtar, causato dal fallo di Da Riva. Sul dischetto si presenta Mudryk che non calcia e tocca per Sudakov, quest’ultimo arriva da dietro e batte Gelmi che già a terra non può nulla. Continuano a spingere i padroni di casa che all’ennesimo tentativo trovano il pari, a scadere di primo tempo, con la girata di testa di Piccoli. Le squadre vanno così negli spogliatoi sull’1-1.

Nella ripresa l’Atalanta comincia forte alla ricerca del vantaggio. I bergamaschi creano tanto ma sprecano altrettanto senza riuscire a trovare facilmente il vantaggio. All’ennesima azione spettacolare Traoré, uno dei migliori in campo, mette in mezzo sul secondo palo dove arriva puntuale Piccoli. Doppietta personale e vantaggio della Dea. La squadra di Brambilla non affonda il colpo e non riesce a trovare il gol del 3-1, ne approfitta lo Shakhtar che pareggia all’ultimo secondo con l’eurogol di Abdulaiev. Entrambe le squadre avevano perso all’esordio nel torneo e salgono a un punto in classifica. Un pari che sa di beffa per l’Atalanta.

About the Author /

A 6 anni i primi calci a un pallone, a 12 le prime pedalate in sella a una Bianchi e non ci è voluto molto a capire che quelli erano i miei due mondi e che avrei dovuto raccontarli, scrivendo i gol dei campioni e le imprese degli eroi su due ruote. A 20 anni mi ritrovo a studiare presso la facoltà di Scienze della Comunicazione a Bologna