Basket, Serie A1 2016-2017: Avellino espugna il Palabigi, Varese vince con Pesaro

I tifosi della Sidigas Avellino - Foto Sportface

Dopo la vittoria esterna di Brindisi sul campo della Leonessa Brescia nella serata di ieri, la ventiduesima giornata del campionato di basket di Serie A1 si è aperta con il lunch match del Palabigi di Reggio Emilia che ha visto la Grissin Bon impegnato contro Avellino. Gli irpini sono riusciti ad avere la meglio con il punteggio di 89-90 dopo cinque minuti di overtime, alla squadra di coach Menetti non sono bastati i 31 punti del capitano Pietro Aradori. Ottimo l’inizio di gara di Avellino che all’inizio del secondo periodo crea il primo strappo e si porta sul +12 (19-31) anche se Reggio Emilia rimane compatta e riesce a ricucire e a metà del terzo parziale trova il sorpasso con una tripla di Aradori (46-45). Successivamente il punteggio rimane in bilico fino al quarantesimo minuto quando l’1/2 di Fesenko dalla lunetta porta il punteggio sul 78 pari e la gara all’overtime. Nei cinque minuti di extratime i protagonisti di Avellino restano Thomas e Fesenko (rispettivamente 24 e 21 punti) che guidano i campani al successo finale.

Il pomeriggio ha visto impegnate tutte le squadre impegnate nella lotta salvezza, al Pala2a di Masnago è andato in scena lo scontro diretto tra Varese e Pesaro. L’avventura di coach Leka sulla panchina di Pesaro inizia con una sconfitta pesante sul campo dei lombardi che si impongono col punteggio di 93-78 e trovano la terza vittoria consecutiva (dopo quelle con Pistoia e Avellino) che gli permette di stazionarsi al terzultimo posto in classifica con quattro punti di vantaggio su Cremona ultima. Ottimo inizio di gara per entrambe le squadre che partono con ottime percentuali di tiro anche se la squadra di coach Caja soffre troppo a rimbalzo e lascia troppi rimbalzi offensivi ai marchigiani che trascinati dalle buone prove di Jones e Ceron nella prima metà di gara chiudono sopra di 9 all’intervallo lungo (42-51). Al rientro sul parquet la musica non sembra destinata a cambiare e Pesaro con la tripla del solito Jones (25 punti) porta il suo massimo vantaggio in doppia cifra a +11 (50-61) ma nel giro di pochi minuti arriva un’inaspettata reazione di Varese che con un parziale di 13-1 riesce ad effettuare il sorpasso (63-62). Nel finale di periodo la tripla di Hazell permette a pesaro di tornare avanti (67-69) ma negli ultimi dieci minuti di gioco i padroni di casa prendono il pieno controllo della gara e fanno registrare un severo parziale di 26-9. Il punteggio finale a Masnago è di 93-78, Varese chiude con ben quattro giocatori in doppia cifra Johnson (20), Anosike (18), Maynor e Eyenga (15).

Resta invece fanalino di coda del campionato Cremona che viene sconfitta da Capo D’Orlando con il punteggio di 82-86. La Vanoli nonostante l’ottima prova di Johnson-Odom e una gara che li ha visti avanti per tre quarti non è riuscita ad imporsi contro la squadra di coach Di Carlo che grazie a questo successo si prende il quarto posto in solitaria in attesa del posticipo che vedrà impegnata Sassari contro Milano.

Vittoria esterna anche per Cantù che allontana così lo spettro retrocessione prendendo un margine di sei punti di vantaggio sull’ultima. Al Palamaggiò Caserta non riesce a ritrovare un successo che ormai manca dal cinque febbraio quando i campani riuscirono ad avere la meglio su Cremona. I bianconeri vengono tramortiti sin dalle prime battute da Cantù che viene trascinata in maniera sontuosa da Johnson (che chiuderà con 35 punti la gara), ma a metà gara lo strappo creato dai canturini viene ricucito dagli uomini di casa grazie ai punti di Sosa prima e di Diawara in seguito. Ma in quella che è la serata di JaJuan Johnson non c’è molto da fare per Caserta e alla fine sono proprio le giocate del prodotto di Perdue a siglare il 79-85 finale per la Mia Cantù.

A Pistoia invece è Venezia ad ottenere i due punti. I toscan sconfitti dai lagunari con il punteggio di 71-78 sono alla terza sconfitta consecutiva e non riescono a rilanciare la propria corsa ai playoff. Dall’altra parte vittoria importante per i ragazzi di De Raffaele che così agganciano al secondo posto Avellino reduce dal successo nel match di mezzogiorno. Importanti le prove di Filloy e Peric che chiudono con 20 e 19 punti.

Alle 20.45 l’Olimpia Milano sarà impegnata al PalaSerradimigni di Sassari mentre a chiudere il ventiduesimo turno del campionato di Serie A1 sarà il posticipo di domani sera tra Fiat Torino e Dolomiti Energia Trento.