Wta Linz 2018, Camila Giorgi è una tigre: Gasparyan battuta e best ranking assicurato

Camila Giorgi Camila Giorgi - Foto Tobias Hoefinger/WTA Linz

Dall’inviato a Linz

Straordinaria Camila Giorgi. Un match pazzesco per la voglia di vincere mostrata dall’azzurra, che raggiunge la semifinale del WTA di Linz battendo la russa Margarita Gasparyan, vendicando la sconfitta subita proprio qui a Linz 3 anni fa. La Giorgi supera non solo l’avversaria, ma anche qualche acciacco fisico ed un piccolo problema al piede, riuscendo ad uscire da una situazione estremamente complicata al terzo set, poi chiuso nettamente.

LE PAROLE DI CAMILA GIORGI DOPO LA VITTORIA

Nel primo set c’è estremo equilibrio in campo, le due avversarie mostrano ottime doti di mobilità e grandi colpi, potenti e piatti, molto spesso profondi che hanno dato vita a numero scambi quasi solo in controbalzo. Dall’equilibrio è uscita meglio la Giorgi, che sul 3-3 ha messo a segno la zampata decisiva per il 6-3. Tutto sembrava facile nel secondo set, quando l’azzurra ha allungato immediatamente sull’avversaria piuttosto in difficoltà. Sul 3-1 però, la reazione della Gasparyan è stata violentissima, ed anche approfittando di un momento no della Giorgi ha segnato 5 game consecutivi per pareggiare i conti. Nel terzo parziale, nuovo equilibrio iniziale fino al quinto game: sul 2-2 infatti, sul servizio Giorgi, la tennista di Macerata ha dovuto salvare due palle break consecutive e, una volta fatto, da lì non ha più lasciato niente alla sua avversaria. Quattro game consecutivi e vittoria al terzo match point per 6-2, anche grazie, come dirà nell’intervista che potrete leggere tra poco, ai consigli del padre in un momento molto difficile.

Molto alto il livello dello spettacolo, molto apprezzato anche dal pubblico. Entrambe le giocatrici hanno patito qualche problema fisico ma ciò non ha impedito loro di dar vita ad una lotta di altissimo livello, ricca di scambi spettacolari e vincenti millimetrici. La Giorgi affronterà domani Alison Van Uytvanck nella quarta semifinale della stagione, per raggiungere la seconda finale a Linz dopo quella persa nel 2014 contro Karolina Pliskova in 3 set. Inoltre, con questa semifinale, Camila si assicura il nuovo best ranking: mal che vada sarà 29esima in classifica, migliorando la 30esima posizione che aveva ottenuto nel luglio del 2015.