Stan Wawrinka: “Ho pensato di smettere, ma vado avanti”

Stan Wawrinka, Internazionali Bnl d'Italia 2017 - Foto Antonio Fraioli

Stan Wawrinka ha indetto per questa mattina una conferenza stampa da Ginevra: in molti si sono chiesti cosa volesse rivelare al pubblico. Pochi minuti fa sono arrivate le sue parole: “Ho pensato di smettere, ma vado avanti”. Il tennista svizzero, che alcuni mesi fa ha patito un serio infortunio dal quale sta cercando di riprendersi, ha dunque confessato di essere stato vicino al ritiro.

LA RIPRESA DALL’INFORTUNIO – Wawrinka ha parlato così del suo infortunio e del suo attuale stato di forma: “Va meglio, ma non sono al 100%. Lavoro duro. I miei problemi al ginocchio risalgono agli US Open nel 2016. Il punto di non ritorno è stato sull’erba. Avevo un buco nella cartilagine. Negli ultimi tempi tutto è cambiato in positivo. L’obbiettivo è di andare agli Australian Open”.

LA DELUSIONE PER L’ADDIO DI NORMAN – Il tennista svizzero, inoltre, ha parlato con molta delusione della fine del sodalizio con il fratello Norman, per anni il suo coach. Wawrinka aveva pensato di smettere, poi gli allenamenti con Pierre Paganini hanno scongiurato questa ipotesi: “L’addio di Norman è stato uno schock, una delusione. Nel momento più duro della tua carriera dovresti poter contare sulle persone più care. Senza Pierre Paganini sicuramente mi sarei ritirato, adesso voglio gli US Open”.