Roland Garros 2022, Ruud: “Non sono la prima ‘vittima’ di Nadal, mi congratulo con lui”

Casper Ruud Casper Ruud - Foto Ray Giubilo

Era la mia prima volta in una finale Slam, adesso la cosa più importante è congratularmi con Rafa: il quattordicesimo Roland Garros, il ventiduesimo Slam. Oggi ho avuto la sensazione di quello che si prova a giocare contro Nadal in finale; non sono la prima ‘vittima’, ce ne sono stati tanti prima di me. A te, alla tua famiglia, al tuo team, mi avete fatto entrare a braccia aperte nella vostra accademia, siete di ispirazione. Io spero di continuare questo viaggio ancora per tanti anni. Grazie alla città di Parigi e a tutte le persone che sono venute a incoraggiarci in queste due settimane, sono state due anni difficili a causa del Covid e vedere diecimila persone qui per la finale è fantastico. Queste sono le parole di Casper Ruud, tennista norvegese giunto sino in finale al Roland Garros 2022. L’atleta di Oslo ha ceduto all’ultimo atto del torneo al fenomenale Rafael Nadal, detentore dunque di ben quattordici titoli a Parigi, ventidue in generale considerando tutti i Major.