Fonio e Maestrelli ancora protagonisti a Todi. Arnaldi paga il tour de force, out contro Sels

Giovanni Fonio - Foto Nicola Rosati

Il super martedì degli Internazionali di Tennis Città di Todi | Sidernestor Tennis Cup è iniziato con le vittorie di Giovanni Fonio e Francesco Maestrelli. I due italiani, dopo essersi qualificati in main draw, hanno rovinato la festa alle teste di serie Dmitry Popko (#8) e Alexandre Muller (#3), facendosi così strada al secondo round della 14ª edizione del Challenger organizzato da MEF Tennis Events. Sui campi in terra rossa del Tennis Club Todi 1971 è invece fatale il primo turno per il numero 227 ATP Matteo Arnaldi. Il giovane ligure, reduce dall’esperienza ai Giochi del Mediterraneo di Orano (Algeria), si è arreso a Jelle Sels al termine di una prestazione opaca.

Fonio e Maestrelli giustiziano le teste di serie – Sul centrale il tennis azzurro è subito protagonista con le vittorie dei qualificati Giovanni Fonio e Francesco Maestrelli, che hanno superato rispettivamente l’ottava testa di serie Dmitry Popko (6-4 3-6 6-1) ed il numero tre del seeding Alexandre Muller (3-6 7-6(2) 6-1). “Considerando i Campionati Italiani Assoluti del 2020 è il terzo anno che vengo a Todi: questo è diventato il mio torneo preferito – le parole di Giovanni Fonio a fine incontro -. Sono arrivato qui giocando bene e sapevo che mi sarei trovato a mio agio in campo. La partita contro Popko non era facile, è stata da subito molto fisica e sono contento della mia reazione nel terzo set dopo il passaggio a vuoto che mi era costato il secondo set. Adesso non voglio fermarmi, sento di essere a questo livello ed i tanti match degli ultimi mesi mi hanno aiutato”. Al secondo turno Fonio sarà impegnato nel derby contro Luciano Darderi, mentre Francesco Maestrelli attende il vincente della sfida tra Evan Furness e Juan Bautista Torres. 

Arnaldi paga il tour de force – Reduce dalle trasferte ravvicinate di Wimbledon ed Orano, Matteo Arnaldi paga un po’ lo scotto delle recenti fatiche e si arrende per 6-3 6-4 nel match d’esordio contro l’olandese Jelle Sels. Dopo una partenza con break, il classe 2001 ha subito il rientro dell’avversario che si è guadagnato il pass per il secondo turno, dove affronterà il vincente del confronto tra Flavio Cobolli e Andrea Collarini. Nella prima parte di giornata sorride l’argentino Pedro Cachin, prima testa di serie. Sul Grandstand il sudamericano ha superato lo slovacco Lukas Klein con lo score di 6-2 7-6(4). Successo con il punteggio di 6-4 4-6 3-2 ritiro per Nino Serdarusic, numero quattro del tabellone, che avanza nel derby croato contro Duje Ajdukovic.