Atp Gstaad 2018, Berrettini in finale: “Sono felice, ho sentito un po’ di pressione”

Matteo Berrettini - Roland Garros 2018 Matteo Berrettini - Foto Ray Giubilo

Matteo Berrettini non si ferma più nell’Atp 250 di Gstaad 2018. Il giovane tennista azzurro, con il successo in due set su Zopp, ha conquistato la prima finale nel circuito maggiore. “Sto giocando un buon tennis da tutta la settimana, anche se oggi ho sentito un po’ di pressione negli ultimi punti – ha dichiarato il romano – del resto era per me la prima semifinale Atp, ci può anche stare arrivato al match point, ma ora sono davvero felicissimo. Le condizioni oggi erano diverse rispetto a ieri a causa della pioggia. Ho cercato di alzare il livello e lottare per tutto il match. Ho giocato molti tornei importanti: Roma, le prime vittorie in uno Slam e molto altro. Sono carico per domani”.

Non solo singolare, Berrettini sarà impegnato su due fronti e si giocherà il titolo anche in doppio con Bracciali: “Due finali? E’ una sensazione incredibile, mi sto godendo appieno questa situazione – ha confessato – E grazie a Giove Pluvio sono riuscito a finire il mio incontro odierno. Devo ringraziare anche i tanti tifosi italiani presenti in tribuna, oltre al mio coach e la mia ragazza. Ora devo rimanere concentrato sperando di ottenere qualche soddisfazione anche domani”

L’autore: /

Classe 1992, studente di Giurisprudenza e diplomato al Conservatorio con il sogno del giornalismo. Amo lo sport a 360°, anche perché il mio paesino da 17.000 abitanti ha cresciuto un calciatore di Serie A e della nazionale come Legrottaglie, una medaglia olimpica di volley come Mastrangelo, e l'ormai certezza della marcia Palmisano. E poi ci sono io, mancato numero 1 Atp, cui rimedio sproloquiando come redattore anche su Tennis World Italia