Sci alpino, Paris terzo nell’ultima prova della discesa a Wengen: “Spero nel podio”

Dominik Paris - Foto Marco Trovati / Pentaphoto

Nella seconda e ultima prova cronometrata (accorciata di circa 45 secondi) della discesa del Lauberhorn, a Wengen, l’austriaco Max Franz ha fatto segnare il miglior tempo, 1’43″42, con 56 centesimi di vantaggio sul norvegese Aleksander Aamodt Kilde e 93 sulla coppia Dominik Paris e Ryan Cochran-Siegle. Seguono poi Niels Hintermann e Daniel Hemetsberger a 96 centesimi, e Christof Innerhofer, ancora autore di una buona prova, settimo a 1″24 da Franz. Quattordicesimo Mattia Casse a 1″79 dal leader, mentre Guglielmo Bosca è 27esimo a 2″38. Indietro Matteo Marsaglia, Emanuele Buzzi, Riccardo Tonetti, Giovanni Franzoni e Pietro Zazzi.

Soddisfatto Paris: “La pista è in ottime condizioni. Ieri non era l’ottimale, ma la scorsa notte hanno lavorato e ci abbiamo abbiamo sciato sopra. La traccia è lucida, molto dura. La Kernen S è lucida e non è facile passare nel modo migliore. Oggi ho preso alcuni riferimenti e spero di stare davanti e di potermi giocare un podio. Vediamo come sarà il super-G su questa pista: una novità perché non l’ho mai fatto. Ci saranno poi una discesa lunga e una corta. Spero che, alla fine, si potrà anche festeggiare qualcosa“.

Ho fatto due belle prove – dice Innerhofer dal canto suo –, ho sciato come so fare. Finalmente sono riuscito a mettere tutto a posto e mi sono divertito in questi giorni. La pista mi piace e sono pronto. Sono contento di affrontare queste gare. Mi sento bene fisicamente e posso far tagliare lo sci nei punti più difficili, come so fare”. Giovedì cominciano le gare con il super-G che prenderà il via alle 12.30.

L’autore: /

Romano, nato in una calda estate del 1995 mentre la capitale iniziava a scoprire Francesco Totti e Alessandro Nesta. Cresciuto tra la terra e i sassi dei campetti della periferia romana e appassionato di scrittura. Ma tra il pallone e la penna ho scelto un compromesso: scrivere di calcio