Biathlon, Wierer celebra il successo: “Vincere a casa è sempre più bello, sono contenta”

Dorothea Wierer Dorothea Wierer - Foto LiveMedia/Florian Frison/DPPI

Ritorno al successo per Dorothea Wierer che, al termine della sprint femminile di biathlon di Anterselva 2023, si è detta estremamente felice di questo grandissimo risultato: Sono molto contenta per oggi, non pensavo andasse così bene. Sugli sci non mi sentivo tanto bene, avevo le gambe pesanti e non avevo una sensazione super. Alla fine l’importante era il poligono, in cui ho lavorato bene con il doppio zero, ma ero molto preoccupata perché, all’inizio della gara, il vento metteva un po’ di ansia. Visto la difficoltà ho cercato di controllare ogni colpo, e sono molto contenta. Sicuramente vincere a casa è sempre più bello, con gli amici e la mia famiglia., Mi tornano i ricordi degli scorsi anni ed è molto bello. Non pensavo di vincere alla fine perché Chevalier è molto forte sugli sci, ma oggi prendiamo solo le cose positive”.

Lisa Vittozzi, invece, deve accontentarsi soltanto di un tredicesimo posto: “Sono stata un po’ stupida al primo poligono. Ho preso bene i primi tre, poi la fatica nel respiro mi ha un po’ preso di spresa e non sono riuscita a gestire gli ultimi due. Ci ho creduto, non ho mollato. Volevo girare la gara nel verso giusto, son contenta della serie in piedi e di aver finito bene sugli sci. Son contenta, la condizione è molto buona e non vedo l’ora che sia sabato. C’era un po’ di vento, ma se riuscivi a lavorar bene si poteva fare. Bisognava stare attenti, perché può girare sempre, ma son riuscita a gestire bene quell’imprevisto lì”.

Buona prova al poligono per Samuela Comola, che commette soltanto un errore: Sono molto contenta di come è andata la gara. Avevo gareggiato ad Anterselva solo a porte chiuse, quindi oggi è stato proprio emozionate vedere tanta gente sugli spalti e anche in pista tifare per noi. Un poligono difficile col vento soprattutto è la terza settimana di gare e siamo in quota: la fatica si sente soprattutto al poligono nella respirazione”.

About the Author /

Mi chiamo Daniele Forsinetti, sono nato il 30 novembre 1996 ed ho una grande passione per la maggior parte degli sport. Scrivo per Sportface.it dal marzo 2020 e sogno di diventare un giornalista sportivo.