Sci alpino: Kristoffersen re dello slalom. A Campiglio Razzoli è quarto

Giuliano Razzoli - Foto Fisi/Pentaphoto

di Francesco Milano

Henrik Kristoffersen ha dominato lo slalom speciale di Madonna di Campiglio, valido per la Coppa del mondo di sci alpino, con il tempo di 1’37”80. Per il giovane norvegese è il secondo successo in altrettante gare stagionali tra i pali stretti. Al secondo posto, esattamente come successo nel precedente slalom disputato in Val d’Isere, si è piazzato l’austriaco Marcel Hirscher, in 1’39”05, scavalcando in testa alla classifica generale l’altro norvegese Aksel Svindal (623 punti contro 600). Terza piazza per l’altro giovane austriaco Marco Schwarz, autore di una grande rimonta dopo il 17° posto della prima manche.

Niente regalo di Natale per l’Italia, neppure a Madonna di Campiglio. Il migliore è stato Giuliano Razzoli, quarto in 1’39”47, a soli 8 centesimi dal podio. «Peccato. Ci sono stati degli errori ma almeno so di essere in forma e aver disputato una bella gara. Il podio arriverà», ha assicurato l’azzurro, che è stato oro a Vancouver nel 2010. Per l’Italia ci sono poi in classifica Manfred Moelgg, 8° in 1’40”14, e Patrick Thaler, 13° in 1’40”54. Solo 17°, invece, il trentino Stefano Gross, ottimo terzo nella prima manche ma poi tradito dalla voglia di strafare commettendo troppi errori. Riccardo Tonetti ha chiuso invece al 27° posto in 1’43”65 dopo un grave errore. Ora la Coppa del mondo osserverà una breve pausa natalizia. La prossima tappa, l’ultima della trasferta italiana, è in programma il 29 dicembre, con la discesa di Santa Caterina.