Ciclismo su pista, Europei Monaco 2022: Barbieri-Zanardi oro nella madison femminile

Rachele Barbieri, Vittoria Guazzini, Martina Fidanza e Letizia Paternoster Rachele Barbieri, Vittoria Guazzini, Martina Fidanza e Letizia Paternoster - Foto LiveMedia/Sven Beyrich/JustPictures

L’Italia si rende protagonista di una grandissima partenza nell’ultima giornata che assegna le medaglie agli Europei di ciclismo su pista di Monaco 2022, conquistando uno splendido oro nella Madison femminile con Silvia Zanardi e Rachele Barbieri. La coppia azzurra realizza 41 punti e riesce ad avere la meglio sulle dirette avversarie Francia e Danimarca, che ottengono rispettivamente argento (40 pt) e bronzo (38 pt). Una prova condotta magistralmente dall’inizio alla fine che, nonostante alcuni momenti complicati, permette all’Italia di aggiungere un altro pesante metallo prezioso al medagliere.

Nella stessa gara, ma al maschile, trionfa invece la Germania con 101 punti totali, seguita dalla Francia con 91 punti complessivi e dal Belgio con 58 punti. Per l’Italia sesto posto con 10 punti totali, tutti nello sprint.

“Abbiamo sofferto fino all’ultimo, però ci credevamo. Abbiamo dato il 110%. Non era facile, ma ce l’abbiamo messa tutta”, commenta Silvia Zanardi“Ci sono stati momenti difficili, ma anche senza parlare ci siamo intese. A trentasei giri dalla fine sono risalita su e ho dato tutto. Non me l’aspettavo, è stato qualcosa di speciale. Bellissimo correre con questo tifo”, dice Rachele Barbieri, alla sua seconda medaglia consecutiva dopo l’oro nell’omnium di lunedì.

Nella finale del Keirin femminile trionfa la tedesca Lea Sophie Friedrich, che conquista la medaglia d’oro davanti alla polacca Urszula Los, argento, e all’ucraina Olena Starikova, bronzo. Nella medesima competizione al maschile, invece, è il francese Sebastien Vigier a mettersi al collo l’alloro più prezioso precedendo il tedesco Maximilian Dornbach e l’altro transalpino Melvin Landerneau.

About the Author /

Mi chiamo Daniele Forsinetti, sono nato il 30 novembre 1996 ed ho una grande passione per la maggior parte degli sport. Scrivo per Sportface.it dal marzo 2020 e sogno di diventare un giornalista sportivo.