Intervista ad Enrico Sciulli e Giovanni Masi: la passione per l’equitazione e l’amore per lo sport

I campioni azzurri dei Reining, disciplina degli Sport Equestri, ai microfoni di Sportface: Enrico Sciulli e Giovanni Masi, entrambi con una super carriera a livello giovanile e Senior. Enrico, quarto a titolo individuale e secondo a squadre in occasione dei Campionati del Mondo 2017, partecipazione ai Campionati Europei del 2013, 2014, 2015, 2016, 2018 nella Nazionale Giovanile e 2019 a livello Senior con medaglie e piazzamenti con la medaglia d’oro individuale nel 2014 e 2015. Giovanni – detto Dido – undicesimo a titolo individuale e quarto a squadre in occasione dei Campionati del Mondo 2016, partecipazione e piazzamenti ai Campionati Europei del 2009, 2011, 2013, 2014 con la Nazionale Giovanile 2015 e 2017 a livello Senior con medaglia d’oro individuale nel 2011, 2013, 2014, 2015 e medaglia d’oro a squadre nel 2009, 2013, 2015. Palmares ricchi di successi, due atleti con obiettivi e ambizioni, in comune la passione per l’equitazione, l’amore per lo sport e per gli amici cavalli. Un percorso iniziato da bambini, che porta sul tetto del mondo. 

Come state trascorrendo questo periodo storico particolare?

Giovanni: “Mi ritengo molto fortunato, perché con la mia famiglia e con la mia fidanzata siamo rimasti all’interno del nostro allevamento, abbiamo potuto continuare ad allenare i nostri cavalli e abbiamo approfittato di questo periodo per alcuni lavori di manutenzione che non abbiamo mai il tempo di fare tra le tante gare. Abbiamo cercato di far fruttare il più possibile questo tempo a nostra disposizione“.

Enrico: “Anche per me stessa situazione di Giovanni, siamo fortunati perché le nostre case sono in questo fantastico contesto con molti ettari di terra, e abbiamo avuto la possibilità di proseguire con le nostre abituali attività, chiaramente nel rispetto delle regole e ricercando maggiori precauzioni. Abbiamo anche portato avanti qualche lavoro in scuderia e assistito a dei lieti eventi: le nostre cavalle hanno dato alla luce dei puledrini ed è stata una bellissima emozione!“.

Se non aveste praticato Equitazione, quale sport avreste scelto?

Giovanni: “Mi piace molto il motocross, è uno dei miei hobby. Ho provato anche un po’ di calcio, ma… non faceva per me! Gli Sport Equestri sono sempre stati la mia più grande passione, la scelta è stata naturale per me“.

Enrico: “Anche per me l’Equitazione è stata una strada quasi automatica, mi ha sempre affascinato, anche se con la scuola ho provato e scoperto un’attitudine per la Pallavolo, mi piaceva molto e mi ero appassionato!“.

L’emozione più grande a livello sportivo?

Giovanni: “La vittoria individuale al mondiale di Aachen: il peso della Nazione dietro, il tifo dalle tribune piene… è stato incredibile, uno spettacolo!“.

Enrico: “Nel 2017 a Lione, l’ultima tappa del Campionato del Mondo. Porterò questa gara sempre nel cuore“.

Tra gli atleti del Reining c’è Gina Schumacher, figlia del celebre Michael. La conoscete?

Giovanni: “Non la conosco così bene a livello personale, ma in gara ha davvero una super grinta, che magari le ha trasmesso suo padre Michael. Può montare cavalli stupendi, ma lei li fa “pedalare” tutti. È una forza della natura“.

Enrico: “La conosco bene, soprattutto dal punto di vista agonistico: siamo entrambi del 1997 e quindi ci siamo trovati in tutte le competizioni nel corso degli anni. Come avversaria è molto tosta, è sempre una battaglia! Quando ho vinto il mondiale, lei non mi dava mai tregua, e l’anno precedente la vittoria del campionato era andata a lei. Ci incontriamo sempre e ci confrontiamo spessissimo in gara“.