Pattinaggio artistico, Cup Of China 2019: grande terzo posto di Matteo Rizzo

Due vittorie cinesi e due russe: questi i responsi dell’ultima giornata della Cup of China di Chongqing, quarta tappa dell’ISU Grand Prix 2019 di pattinaggio artistico.

Nel singolo maschile, dopo il secondo posto del programma corto, il campione nazionale cinese Boyang Jin ha ristabilito le gerarchie e conquista la vittoria nella Cup of China con un libero di grande sostanza tecnica che ha lasciato a 12 punti di distacco il connazionale Han Yan, il quale lo aveva superato nella giornata di venerdì. Uno splendido quadruplo lutz in apertura di programma, che gli è valso quasi 14 punti, e un altro quadruplo toeloop in combinazione hanno subito messo in chiaro la situazione, rimediando anche l’incertezza sul secondo tentativo di quadruplo toeloop e una curiosissima, singolare caduta in uno degli elementi coreografici negli ultimissimi secondi del programma.

Più pulito il programma di Yan, eccezion fatta per un paio di fili non limpidissimi sui tripli flip, ma senza salti quadrupli il punteggio base di partenza era troppo più basso per poter difendere il gradino più alto del podio occupato alla fine dello short program. Bellissimo il terzo posto dell’azzurro Matteo Rizzo, che sebbene si sia stato superato anche dal canadese Keegan Messing nella graduatoria del libero è comunque riuscito a mantenere la medaglia di bronzo complessiva con un altro splendido quadruplo toeloop dopo quello già eseguito nello short program, seguito da una bella combinazione triplo axel-triplo toeloop. Peccato per la giornata non eccelsa sui lutz (mancato il quadruplo in apertura e qualche problema di filo nei tripli) e per la caduta sul secondo triplo axel, ma rimane comunque la solida prova complessiva e la medaglia d’argento sfuggita per poco più di sette punti, probabilmente a causa della caduta di venerdì nel triplo lutz.

Altra doppietta cinese anche nelle coppie di artistico, dove alla quasi scontata vittoria dei campioni del mondo in carica Wenjing Sui e Chong Han si è aggiunto il secondo posto di Cheng Peng e Yang Jin che hanno superato nel libero i canadesi Ilyuschechkina e Bilodeau. Troppi errori per i nordamericani, che non sono riusciti a completare in maniera corretta né i salti in singolo né quelli lanciati. Quarto posto confermato per la coppia italiana Della Monica/Guarise, e non era scontato, perché le quattro coppie che li inseguivano dopo il programma corto erano tutte a meno di quattro punti di distanza. Nonostante una caduta sul triplo salchow lanciato e qualche imprecisione sugli altri salti, gli italiani sono comunque stati solidissimi nei sollevamenti e hanno staccato le altre coppie nella valutazione per le componenti del programma.

Seconda vittoria su due apparizioni in questo ISU Grand Prix per la quindicenne russa Anna Shcherbakova, che ha presentato un programma pieno di lutz (due quadrupli e due tripli, anche se non tutti completamente rotati o iniziati dal filo giusto) con tanto di “cambio costume” a metà esibizione. A oltre 15 punti di distacco medaglia d’argento per la giapponese Satoko Miyahara, autrice del terzo programma libero e calata alla distanza nella seconda metà della sua routine. Bel recupero invece di Elizaveta Tuktamysheva, che con la seconda posizione nel libero è riuscita ad agguantare la medaglia di bronzo: ciò che i tripli axel le avevano tolto nel programma corto le hanno restituito con gli interessi nel “lungo”, nonostante le due imprecisioni sui salti puntati.

Nella competizione di danza, infine, successo per i russi Sinitsina e Katsalapov, che nonostante siano stati superati nel libero dagli americani Chock e Bates sono comunque riusciti a conservare la prima posizione generale per poco più di un punto. Medaglia di bronzo confermata per i canadesi Fournier Beaudry e Sorensen.

Prossimo appuntamento dell’ISU Grand Prix sarà il prossimo fine settimana al Megasport Palace di Mosca per la Rostelecom Cup dove vedremo in gara ovviamente le russe Medvedeva e Trusova e dove ci saranno anche le coppie italiane Rebecca Ghilardi/Filippo Ambrosini per l’artistico e Jasmine Tessari/Francesco Fioretti per la danza.

I risultati completi

Singolo maschile

1Boyang JINCHN261,53
2Han YANCHN249,45
3Matteo RIZZOITA241,88
4Keegan MESSINGCAN237,36
5Keiji TANAKAJPN233,62
6Junhwan CHAKOR222,26
7Brendan KERRYAUS220,31
8Camden PULKINENUSA218,67
9He ZHANGCHN217,42
10Andrei LAZUKINRUS210,01
11Conrad ORZELCAN192,60
12Chih-I TSAOTPE186,82

 

Singolo femminile

1Anna SHCHERBAKOVARUS226,04
2Satoko MIYAHARAJPN211,18
3Elizaveta TUKTAMYSHEVARUS209,10
4Young YOUKOR191,81
5Sofia SAMODUROVARUS185,29
6Amber GLENNUSA178,35
7Marin HONDAJPN168,09
8Yi Christy LEUNGHKG157,47
9Hongyi CHENCHN155,12
10Kailani CRAINEAUS149,83
11Yi ZHUCHN139,63
12Yujin CHOIKOR131,48

 

Coppie di artistico

1Wenjing SUI / Cong HANCHN228,37
2Cheng PENG / Yang JINCHN199,97
3Liubov ILYUSHECHKINA / Charlie BILODEAUCAN190,73
4Nicole DELLA MONICA / Matteo GUARISEITA182,88
5Tae Ok RYOM / Ju Sik KIMPRK179,55
6Tarah KAYNE / Danny O’SHEAUSA178,79
7Feiyao TANG / Yongchao YANGCHN172,53
8Alisa EFIMOVA / Alexander KOROVINRUS170,19

 

Danza

1Victoria SINITSINA / Nikita KATSALAPOVRUS209,90
2Madison CHOCK / Evan BATESUSA208,55
3Laurence FOURNIER BEAUDRY / Nikolaj SORENSENCAN190,74
4Shiyue WANG / Xinyu LIUCHN186,45
5Kaitlin HAWAYEK / Jean-Luc BAKERUSA179,96
6Sofia EVDOKIMOVA / Egor BAZINRUS169,27
7Anastasia SKOPTCOVA / Kirill ALESHINRUS169,24
8Hong CHEN / Zhuoming SUNCHN162,91
9Yuzhu GUO / Pengkun ZHAOCHN150,91
10Misato KOMATSUBARA / Tim KOLETOJPN145,35