F1, Ross Brawn conferma il ritiro dal Circus

Ross Brawn Rosso Brawn - Foto LiveMedia/Antonin Vincent

Ross Brawn ha confermato che si ritirerà dal motorsport. “Ora è il momento giusto per me di ritirarmi. Abbiamo svolto la maggior parte del lavoro e ora siamo in un periodo di consolidamento – le sue parole nella sua rubrica settimanale mentre elencava i suoi successi come amministratore delegato della F1 – “Ora guarderò la F1 dal mio divano, esultando e imprecando come un fan di F1, felice che lo sport sia in un posto fantastico e abbia un futuro così fantastico”.

“Ho amato quasi ogni minuto dei miei 46 anni di carriera e sono stato fortunato ad aver lavorato con molti grandi team, grandi piloti e grandi persone. Non avrei cambiato nulla” ha aggiunto Brawn, che iniziato la sua carriera in F1 quando è stato assunto dalla neonata squadra Williams nel 1978. Nel 1991 è entrato in Benetton come direttore tecnico e ha aiutato il sette volte campione del mondo Michael Schumacher a conquistare il titolo piloti nel 1994 e nel 1995. Due anni dopo, seguì Schumacher alla Ferrari, dove portò il pilota tedesco a cinque titoli consecutivi, dal 2000 al 2004. In questo periodo la Ferrari dominò anche il campionato costruttori. Il suo ultimo lavoro con un team è stato alla Mercedes, dal 2010 al 2013. Dopo una pausa, Brawn è stato nominato amministratore delegato del gruppo di Formula Uno.