F1, Ferrari sceglie i piloti di riserva: si tratta di Giovinazzi e Shwartzman

Antonio Giovinazzi Antonio Giovinazzi - Foto LiveMedia/Antonin Vincent / Dppi/DPPI

E’ iniziato il countdown per l’inizio della stagione 2023 di Formula 1, in cui la Ferrari andrà nuovamente a caccia di un titolo che manca ormai dal lontano 2007. Saranno ancora Charles Leclerc e Carlos Sainz a tentare di detronizzare il due volte campione del mondo Max Verstappen, ma ora la scuderia di Maranello ha annunciato anche i due piloti di riserva: si tratta di Antonio Giovinazzi e Robert Shwartzman. Questi ultimi, per sfruttare al massimo il potenziale del nuovo simulatore attivo dallo scorso anno, affiancheranno nel ruolo di Development Driver la validissima coppia Antonio Fuoco e Davide Rigon.

Si tratta di ragazzi esperti che sanno dare feedback precisi e affidabili agli ingegneri, tanto più che da quando i test in pista sono estremamente limitati, la simulazione è diventata uno strumento fondamentale non solo per la preparazione di ogni gara ma anche per lo sviluppo della vettura stessa. Per essere certi che tutti i piloti della Scuderia non perdano contatto con piste e atmosfere di gara, in questa stagione ciascuno dei quattro sarà anche impegnato in un programma agonistico.

Giovinazzi e Fuoco saranno entrambi impegnati nel WEC al volante della 499P, mentre Shwartzman sarà tra i protagonisti del campionato SRO GT World Challenge Europe Endurance Cup. Rigon oltre che alla serie SRO parteciperà al WEC e alle quattro prove della Endurance Cup del campionato IMSA.

About the Author /

Mi chiamo Daniele Forsinetti, sono nato il 30 novembre 1996 ed ho una grande passione per la maggior parte degli sport. Scrivo per Sportface.it dal marzo 2020 e sogno di diventare un giornalista sportivo.