La nuova Davis può funzionare

Denis Shapovalov - Foto Ray Giubilo

La nuova Coppa Davis? Il vero giudizio bisognerà darlo durante la fase finale, perché a parte l’eliminazione del 3 su 5, le qualificazioni non hanno differito molto, per emozioni e pathos, dalla vecchia Davis. Cambierà invece tanto nel giocare sfide di soli 3 incontri (due singolari e un doppio). Il 2 su 3 dà ancora più chance agli sfavoriti, questo è certo. Così come più pressioni ai favoriti. Giudizio rimandato a novembre, ma i 4 match che ho commentato sono stati tutti molto belli ed emozionanti. Slovacchia-Canada è stata splendida

About the Author /

Nato a Roma il 9 aprile del 1982, cresco nel mito di Pete Sampras e Marco Van Basten. Dopo 12 anni di radiocronache sono passato alle telecronache per Supertennis TV. Direttore di Sportface e di Spaziotennis.com, amo i Giochi Olimpici e ricordo ogni momento del lavoro svolto a Londra 2012. Seguo lo sport 25 ore su 24, ma è sempre meglio che lavorare.