Canoa, al via il primo raduno azzurro post-lockdown ad Ivrea

Stefanie Horn - Foto Federcanoa Stefanie Horn - Foto Federcanoa

Gli azzurri della canoa slalom, guidati dai diretttori tecnici Daniele Molmenti ed Ettore Ivaldi, sono pronti a ripartire dallo Stadio della Canoa di Ivrea che, dal 6 al 19 luglio, ospiterà il primo raduno post-coronavirus. Attualmente il calendario ICF 2020 prevede la disputa di due sole tappe di Coppa del Mondo a Tacen (Slovenia) dal 16 al 18 ottobre e a Pau (Francia) dal 6 all’8 novembre. Confermato anche la disputa del Campionato Europeo, spostato da Londra a Praga e in calendario dal 18 al 20 settembre.

L’ICF ha deciso di scegliere gli Europei di Ivrea del 2021 come gara valida ai fini della qualificazione olimpica per i Giochi di Tokyo 2020 in programma in Giappone il prossimo anno. Gli atleti convocati dalla direzione tecnica sono 18, con la squadra dei Kayak formata da Giovanni De Gennaro e Marco Vianello (Carabinieri); Zeno Ivaldi, Jakob Weger, Stefanie Horn e Maria Clara Giai Pron (Marina Militare); Davide Ghisetti (Ivrea CC), Marcello Beda (CC Bologna) e Francesca Malaguti (CC Ferrara). La canoa canadese sarà rappresentata da Roberto Colazingari, Paolo Ceccon, Marta Bertoncelli, Elena Borghi (Carabinieri); Raffaello Ivaldi, Stefano Cipressi (Marina Militare); Chiara Sabatini (Fiamme Azzurre); Elena e Flavio Micozzi (Canoanium Subiaco).