Sampdoria, Merlyn Partners: “Abbandonato ogni progetto, la situazione del club è drammatica”

Tifosi curva Sampdoria I tifosi della Sampdoria a Marassi - Foto Marti

Nuvole nere sul futuro della Sampdoria, che secondo il co-ceo di Merlyn Partners, Alessandro Barnaba, vive una situazione drammatica. Il fondo ha ribadito oggi per bocca del suo manager di non essere più in ballo per rilevare la società a causa dell’ostruzionismo dell’attuale proprietario e azionista di maggioranza Massimo Ferrero: “Le informazioni diffuse a regola d’arte dall’attuale proprietà e da fonti vicine alla società di una trattativa ancora in corso tra Merlyn Partners, il fondo da noi gestito, il Trust Rosan e le banche finanziatrici, hanno avuto come unico obiettivo quello di distrarre le istituzioni del calcio, i media e più in generale l’opinione pubblica dalla drammatica situazione della Sampdoria e dalle reali cause che hanno portato la società ad essere al centro di questa tempesta. Tutte le voci relative a un nostro nuovo impegno sono destituite di ogni fondamento”.

L’Assemblea dei soci di oggi è stata disertata, oltre che per le motivazioni ribadite da Merlyn, anche dall’azionista di maggioranza: “E’ la prova della mancanza di volontà di affrontare seriamente, da parte dell’attuale proprietà, il salvataggio della società. Detta assemblea rappresentava l’ultima data tecnicamente utile per poter effettuare un intervento sul capitale da parte di un qualsiasi socio che potesse avere un impatto sul mercato di gennaio. Come già dichiarato il 5 e ancora il 14 gennaio, ribadiamo che Merlyn Partners ha, suo malgrado, abbandonato il progetto Sampdoria per l’assenza delle condizioni necessarie per un percorso credibile e attuabile”.