Salernitana, Sabatini: “Resto qui, mi amano e ne ho bisogno”

Walter Sabatini - Foto Antonio Fraioli

“Resto a Salerno perché mi amano di un amore folle e io ne ho bisogno. Funziona per la mia psiche. La gente mi vede, frena, parcheggia la macchina, mi saluta, mi incita, senza essere invadente”. Parola di Walter Sabatini che in un’intervista a Repubblica giura fedeltà ai granata. Continuerà a Salerno, dice. Con Nicola, possibilmente: “Quando al primo allenamento l’ho sentito incitare un giocatore a marcare l’avversario. Gli ha urlato: rincorrilo con felicità. Non mi era mai capitato. È stato un segnale, a volte non vedi la strategia, ma un particolare. Il messaggio era: questo è il nostro mestiere, ma lo possiamo fare con leggerezza. Per me è stata l’anticipazione di qualcosa. L’ho visto commosso quando sono state lanciate in cielo delle lanterne, credo che lui emotivamente in quel momento pensasse e fosse in contatto con il suo ragazzo di 14 anni, perso nel 2014 per un incidente stradale”.

About the Author /

Romano, nato in una calda estate del 1995 mentre la capitale iniziava a scoprire Francesco Totti e Alessandro Nesta. Cresciuto tra la terra e i sassi dei campetti della periferia romana e appassionato di scrittura. Ma tra il pallone e la penna ho scelto un compromesso: scrivere di calcio