Lazio, il 7 settembre il terzo grado di giudizio sul caso tamponi

Fissata la data del terzo grado di giudizio del caso tamponi per la Lazio. Il presidente del Collegio di Garanzia del CONI ha infatti fissato per il 7 settembre l’udienza per la trattazione, a Sezioni Unite, dei ricorsi proposti dal club contro le inibizioni di 12 mesi per i dottori Pulcini e Rodia, nonché contro l’inibizione di 12 mesi per il presidente Claudio Lotito. Oltre che contro l’ammenda complessiva da 400.000 euro per la Lazio.

Il comunicato:

“Il Presidente del Collegio di Garanzia, Franco Frattini, ha fissato la data della prossima sessione di udienze a Sezioni Unite, che si terrà il 7 settembre, a partire dalle ore 15.00, e sarà preordinata ad esaminare e decidere i seguenti due ricorsi:

1) ricorso iscritto al R.G. ricorsi n. 60/2021, presentato, in data 1° giugno 2021, dai dottori Ivo Pulcini e Fabio Rodia e dalla S.S. Lazio S.p.a. contro la Procura Federale della Federazione Italiana Giuoco Calcio per la riforma della sentenza della Corte Federale d’Appello della FIGC n. 103/CFA 2020-2021, assunta in data 7 maggio 2020 e comunicata in pari data, con la quale è stato respinto il reclamo proposto per la riforma della decisione emessa dal Tribunale Federale Nazionale della FIGC in data 26 marzo/6 aprile 2021, n. 132TFN/SD e, in parziale accoglimento del reclamo proposto dalla Procura Federale, sono state inflitte al dott. Ivo Pulcini la sanzione dell’inibizione per dodici mesi; al dott. Fabio Roda la sanzione dell’inibizione per dodici mesi; alla società S.S. Lazio S.p.A. l’ammenda pari ad €200.000,00.

2) ricorso iscritto al R.G. ricorsi n. 61/2021, presentato, in data 3 giugno 2021, dal dott. Claudio Lotito e dalla S.S. Lazio S.p.A., in persona del suo consigliere delegato, dott. Marco Moschini, contro la Procura Federale della Federazione Italiana Giuoco Calcio e nei confronti del dott. Ivo Pulcini e Fabio Rodia, per la riforma della sentenza della Corte Federale d’Appello della FIGC n. 103/CFA 2020-2021, assunta in data 7 maggio 2021 e comunicata in pari data, con la quale, in parziale accoglimento del reclamo proposto dalla Procura Federale avverso la decisione emessa dal Tribunale Federale Nazionale della FIGC in data 26 marzo/6 aprile 2021, n. 132TFN/SD, sono state inflitte, al dott. Claudio Lotito, la sanzione dell’inibizione per dodici mesi ed alla società S.S. Lazio S.p.A. l’ammenda pari ad €200.000,00”.