Hellas Verona, Cioffi: “Testa bassa e lavorare. Col Napoli siamo stati passivi”

Gabriele Cioffi Gabriele Cioffi - Foto LiveMedia/Davide Casentini

“A me e alla squadra piace lavorare. Ci siamo detti: ‘Testa bassa e si lavora’. Dei primi 50-55′ col Napoli si può essere relativamente soddisfatti, ma c’è molto da lavorare. Bisogna incrementare delle mancanze sul positivo fatto. Del mercato ne parliamo il 31 agosto“. Lo ha detto il tecnico dell’Hellas Verona, Gabriele Cioffi nel corso della conferenza stampa della vigilia della trasferta contro il Bologna. Bisogna ancora trovare la quadra: “Il mio tipo di calcio non esiste. Sono un tecnico aggressivo, voglio vincere le partite, ma devo ricordarmi tutti i giorni chi sono oggi, cioè un allenatore che ha cominciato ‘ieri’. Devo portare la squadra ad esprimere ciò che sono io, ovvero aggressivo. Col Napoli ho visto una squadra ben organizzata tatticamente, ma passiva, e io non sono passivo. Delle domande me le sono fatte anche io, cercheremo degli accorgimenti”. Sulle condizioni di Ceccherini: “Federico proverà domenica mattina: ha recuperato e si sta allenando, ma la prova vera sarà prima della partita. I sostituti sono Amione o Retsos: chi vedrò meglio giocherà”.

About the Author /

Romano, nato in una calda estate del 1995 mentre la capitale iniziava a scoprire Francesco Totti e Alessandro Nesta. Cresciuto tra la terra e i sassi dei campetti della periferia romana e appassionato di scrittura. Ma tra il pallone e la penna ho scelto un compromesso: scrivere di calcio