Fiorentina, Italiano: “Venezia sempre più consapevole. Vlahovic gasatissimo”

Vincenzo Italiano Vincenzo Italiano - Foto Antonio Fraioli

La Fiorentina tornerà in campo lunedì contro il Venezia nel posticipo dell’ottava giornata di campionato, la quinta in trasferta. Il tecnico viola Vincenzo Italiano ne ha parlato dalla sala stampa “Righini” dello stadio Franchi. “Abbiamo spostato l’allenamento a questa sera per dar modo ai sudamericani di recuperare – ha spiegato l’allenatore -. È il primo allenamento che faremo al completo. Rispetto alla gara con l’Atalanta abbiamo qualche ora in più per preparare la prossima gara. Non è facile per nessuno lavorare così, ma abbiamo dimostrato di saper preparare bene le partite anche così“.

VLAHOVIC – Italiano si è poi soffermato sulle condizioni di Vlahovic: “Dusan è tranquillo, è arrivato gasatissimo per le vittorie della sua Nazionale dove ha fatto tre gol: tutto a posto. Penso che dobbiamo tutti cercare di avere una squadra che riesca a fare il massimo in campo e per dare il massimo dobbiamo essere sereni. Mi auguro che non ci siano problemi sotto questo aspetto qua. Non dobbiamo farci influenzare da niente. Sono stato chiaro su Dusan, sono situazioni che riguardano lui e la società: io sono protagonista in campo, a me interessa quello che potrà dare il calciatore. Vlahovic ha una fame impressionante e una voglia fuori dal comune e posso solo augurarmi che possa continuare così. Con serenità si fanno le cose in grande, senza è più difficile“.

VENEZIA – In merito invece al prossimo avversario, Italiano ha detto: “È una squadra che sta iniziando a prendere consapevolezza della categoria: nelle ultime gare ha mostrato grande compattezza, riparte veloce e con efficacia. A questo dovremo fare attenzione: le partite le fai diventare facili solo alla fine, quando hai dato il massimo. I serbi hanno giocato con Lussemburgo e Azerbaijan, hanno detto che sembravano gare scontate ma non c’è stato nulla di facile“.

I GIOCATORI – Italiano ha poi parlato anche delle condizioni dei giocatori alle prese con qualche fastidio fisico: “Stanno tutti bene i tre serbi. Milenkovic era andato via con un problemino muscolare, ma nulla di grave. È stato intelligente lo staff della Nazionale a non rischiarlo. Ha lavorato sempre coi compagni e sta bene. Saponara ha fatto ieri il secondo allenamento, non è al 100% ma vediamo come sta oggi. Castrovilli sta ricominciando, è stato un brutto colpo per lui ma sta iniziando a fare qualcosa in più rispetto ai giorni scorsi“.