Platini: “Il campionato lo vince la squadra più forte. Futuro? Sto bene in pensione”

Michel Platini - Foto Klearchos Kapoutsis CC BY 2.0

Il campionato lo vince sempre la squadra più forte“. Lo ha detto Michel Platini in un’intervista a Sport Mediaset a margine dell’evento benefico di golf organizzato dalla Fondazione Vialli e Mauro al Marco Simone Golf & Country club di Roma. “Vorrei fare gli auguri a Stefano Tacconi che non sta molto bene e un pensiero per Stefano Pioli con cui ho giocato e che ora ha vinto – ha aggiunto Platini -. Per me sono i giocatori che vincono e che perdono. Gli allenatori organizzano ma se si hanno buoni giocatori è più facile vincere“. “La Juventus è stata simpatica perché ha lasciato vincere gli altri dopo 9 anni di fila. Non può vincere sempre, è stata intelligente” ha detto Platini sulla stagione dei bianconeri, rimasti a secco di trofei per la prima volta da 11 anni.

Platini ha poi commentato il chiacchierato rinnovo di Kylian Mbappé con il Psg: “Ha fatto la sua scelta. Quando negli anni ’80 si cambiava squadra, la gente poteva essere arrabbiata perché non vedeva più il proprio beniamino in campo, ma ora i giocatori li vedi anche se cambiano maglia. Per il calcio francese è una buona notizia. Io non voto per il Pallone d’Oro, non posso dire niente. Penso che ne vincerà parecchi ma penso che quest’anno altri hanno avuto risultati migliori di lui. Che vinca il migliore“. Platini ha parlato anche del proprio futuro, allontanando ogni ipotesi di ritorno da dirigente: “Non tornerò, ho dato tutto. Io sto bene in pensione. Non so cosa ci sarà, ho delle idee. Il mio futuro è più dietro che in avanti. Devo fare qualcosa che non ho mai fatto“.