Belgio-Francia 2-3, Deschamps: “Nella ripresa è scattato il nostro orgoglio”

Lucas Hernandez - Foto Антон Зайцев - CC-BY-SA-3.0 Lucas Hernandez - Foto Антон Зайцев - CC-BY-SA-3.0

Didier Deschamps ha commentato la straordinaria rimonta della sua squadra contro il Belgio nella seconda semifinale di Nations League. I transalpini, sotto 0-2 dopo il primo tempo, hanno prevalso clamorosamente per 3-2 con un gol di Theo Hernandez al 90′. Queste le parole dell’allenatore: “Abbiamo giocato bene per i primi 20 minuti. Siamo stati troppo difensivi, è vero, ma il Belgio ha tanta qualità e ci ha punito. Il 2-0 all’intervallo era severo, rispecchia la seconda parte del primo tempo. Poi però abbiamo reagito e sono orgoglioso.

“I nostri tre attaccanti hanno cercato di fare tutto e hanno provocato gli errori del Belgio. Abbiamo giocato con un modulo diverso, ci vuole tempo anche se non ce n’è tanto… Non bisogna mai dimenticarsi il fatto che il Belgio sia al primo posto del Ranking e questa rimonta è stata incredibile. Anche quando la situazione era incredibile siamo riusciti a rientrare in partita”.

Il cambio di passo dopo l’intervallo: “Eravamo piuttosto delusi. E’ scattato il nostro orgoglio nella ripresa. Quando non si gioca a livello giusto può capitare che gli avversari facciano meglio. A inizio ripresa siamo partiti molto bene, siamo riusciti a segnare quasi subito e poi abbiamo gestito molto bene la partita. Abbiamo sofferto troppo nella seconda parte del primo tempo, abbiamo atteso troppo ma, ripeto, dopo l’intervallo siamo ripartiti alla grande. Bisogna ammettere le loro qualità ma anche noi le abbiamo ed è scattato questo orgoglio. Le cose andavano storte ma siamo riusciti a vincere, sono molto contento stasera per i miei ragazzi”.

Sull’importanza di questa vittoria per il futuro: “Guardiamo le statistiche, le nostre vittorie. Magari non vinciamo sempre 3-0 o 5-0, è vero. A volte perdiamo, è capitato contro la Svizzera agli Europei ma siamo qui, siamo ancora vivi e questa vittoria non fa altro che rafforzarci. Abbiamo giocato con un modulo diverso, messo elementi nuovi come Theo Hernandez. Il Belgio ha diversi giocatori che hanno più di 100 gare con la Nazionale. Ora, tra tre giorni, potremo vedere cosa succederà contro un’altra grande Nazionale, ovvero la Spagna”.