Figc celebra i 120 anni, Fabbricini: “Amore viscerale verso la Nazionale”

di - 14 marzo 2018
Roberto Fabbricini
Roberto Fabbricini - Foto Sportface

SìAmo il calcio da 120 anni. Questo lo slogan scelto dalla Federazione italiana gioco calcio per celebrare il centoventesimo anniversario. Otto mesi pieni di eventi a partire da domani, 15 marzo, giorno in cui fu costituito il comitato che il 26 marzo diede vita alla Figc, e che si concluderanno nel mese di novembre con la celebrazione dei sessant’anni del Centro tecnico federale di Coverciano. Tanti gli eventi in programma, tra i quali: il 17 e il 18 marzo “Calcio per tutti”, open day organizzato in 22 piazze in tutta Italia; il 9 aprile, a Firenze, saranno celebrati gli eroi azzurri della Hall of Fame; il 6 maggio tutte le società indosseranno la maglia celebrativa del centoventesimo compleanno della Figc; l’11 maggio sarà presentato il libro celebrativo dell’anniversario al Salone del libro di Torino; a giugno la Figc organizzerà un family day, mentre a luglio presenterà il francobollo speciale. Il programma continuerà con tanti altri eventi per chiudersi il 12 novembre con “Alleniamo il successo”, un simposio tecnico internazionale a Coverciano.

“Centovent’anni sono anche la storia del nostro paese, un amore viscerale che c’è verso questa disciplina sportiva e verso la Nazionale – dichiara il commissario straordinario della Federcalcio Roberto FabbriciniVorremmo che ci sia una nuova linfa affettiva verso il calcio italiano, non posso che ringraziare la Rai che è sempre vicina alla Nazionale. L’amore verso la squadra non è mai mancato, nonostante l’assenza ai prossimi Mondiali in Russia. Il nostro obiettivo è rinforzare questo legame storico”. La Figc ha inoltre deciso di dedicare l’intero 2018 alla sensibilizzazione alla ricerca contro i tumori, partendo col sostenere la fondazione “Insieme contro il cancro”. Le celebrazioni della Rai cominciano domani mattina con “Uno mattina” su Rai1 che ospiterà il commissario tecnico della Nazionale maschile Luigi Di Biagio e quello della Nazionale femminile Milena Bertolini.

Tra gli altri eventi la Nazionale sarà protagonista anche su Rai 2 con il team manager Gabriele Oriali ospite de “I fatti vostri”. Venerdì 16 marzo Gianni Rivera sarà ospite di “Storie italiane” su Rai1. Gran finale domenica 18 con il commissario straordinario Roberto Fabbricini che sarà ospite di “90esimo minuto” su Rai 2 mentre il suo vice Alessandro Costacurta che commenterà la giornata di campionato e si proietterà in vista delle due amichevoli dell’Italia contro Argentina e Inghilterra nel salotto de “La domenica sportiva”. Tv, ma non solo. Anche la radio dedicherà ampi spazi alla Nazionale: il commissario tecnico Di Biagio interverrà giovedì 15 a “Fuorigioco” mentre il direttore generale della Federcalcio Michele Uva prenderà parte a “Domenica sport” domenica 18.

La relazione tra la Rai e la Nazionale dura ormai da 65 anni, un filo importante che lega il nostro paese” il pensiero del direttore di Raisport Gabriele Romagnoli. Un palinsesto che si snoderà in più reti come sottolinea il direttore dei palinsesti Rai Marcello Ciannamea: “Il programma di questi mesi attraversa diverse reti, diverse testate proprio per raccontare ad una platea più ampia possibile questo anniversario che riveste una grande importanza”.

© riproduzione riservata