Inter-Eintracht 0-1, nerazzurri fuori dall’Europa League a pochi giorni dal derby

Luciano Spalletti Luciano Spalletti - Foto Antonio Fraioli

Niente da fare per l’Inter, che dopo lo 0-0 dell’andata viene sconfitta per 1-0 a San Siro dai tedeschi dell’Eintracht Francoforte e viene così eliminata agli ottavi di finale dell’Europa League 2018/2019.

La squadra di Luciano Spalletti si è presentata alla notte della verità in super emergenza, con il tecnico di Certaldo costretto a convocare 4 primavera a causa delle numerose indisponibilità e senza poter schierare vere prime punte. I nerazzurri hanno dovuto affidarsi all’estro e alla fantasia di Keita Balde, recuperato in extremis.

I tedeschi invece arrivano a Milano forti del successo esterno in Bundesliga contro il Dusseldorf. Nonostante non abbia segnato nella gara d’andata, l’Eintracht di Francoforte è imbattuto in tre delle ultime quattro trasferte disputante in competizioni UEFA che sono state giocate in Italia (2 vittorie,1 pareggio, 1 sconfitta), entrambe le vittorie sono arrivate con un margine di almeno due gol. Inoltre la squadra ospite ha anche segnato una media incoraggiante di 2,25 gol a partita nel corso delle 4 trasferte in questa stagione di Europa League.

La partita inizia subito su alti ritmi, ma sin dalle prime battute la squadra tedesca sembra essere entrata in campo più convinta infatti al 4 minuto di gioco Haller colpisce una clamorosa traversa che apre le porte due minuti dopo al meraviglio vantaggio del talento Serbo Luca Jovic che scavalca con un sontuoso pallonetto Handanovic. I nerazzurri provano a reagire e a metterci il cuore ma dopo un primo tempo che termina sul risultato di 0-1, i tedeschi prendono sempre più campo presentandosi sempre più spesso nell’area di rigore nerazzurra e sfiorando il gol dello 0-2 con Jovic e Haller. Nonostante i 6 minuti di recupero l’Inter non riesce a segnare neanche il gol della bandiera ed è costretta a salutare l’Europa.

Ora dopo questa dura eliminazione, la testa è tutta verso il derby di domenica sera contro il Milan. Luciano Spalletti ritroverà molti giocatori importanti, ma questa notte è sicuramente il peggior modo di avvicinarsi alla partita che potrebbe decidere la stagione.