Dalla Figc “sdegno per minacce” a Gravina e Chinè: segnalati i casi alle autorità competenti

Gabriele Gravina Gabriele Gravina - Foto LiveMedia/Ettore Griffoni

Dalla Figc filtra “sdegno per gli insulti e le minacce”, nonché “solidarietà ai destinatari di queste aggressioni social” dopo la pubblicazione della sentenza sulla Juventus. Lo riporta l’Ansa, che spiega come i casi di minacce, diffamazioni e insulti nei confronti del procuratore della Federcalcio Giuseppe Chinè e del presidente Gabriele Gravina siano stati segnalati alle autorità competenti. Tra i casi figurano anche minacce e insulti nei confronti della compagna di Gravina, Francisca Ibarra, alla quale è stata anche attribuita una falsa storia Instagram dove campeggiava il -15 con il logo della società bianconera.