Mattarella riceve le finaliste di Coppa Italia: “Sarò imparziale, al limite tifo per gli arbitri”

Sergio Mattarella Sergio Mattarella - Foto LiveMedia/Antonin Vincent / Dppi/DPPI

“Attenderò con piena imparzialità il risultato non solo perché questo è il mio ruolo che mi impone semmai di tifare per gli arbitri e non per le squadre ma anche per quello che ho detto circa lealtà e correttezza”. Questo uno dei passaggi del breve discorso del presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, rivolto ai giocatori di Fiorentina e Inter, le due finaliste di Coppa Italia ospiti oggi al Quirinale alla vigilia del match: “Il minuto di silenzio per le vittime dell’alluvione sarà importante per dimostrare che il calcio e lo sport sono componenti rilevanti della vita italiana, non sono separati dalla vita sociale ma sono all’interno della società e ne avvertono tutti gli aspetti e tutto quello che avviene. Il presidente della Federcalcio Gravina e la guida della Nazionale, Roberto Mancini, mi hanno consegnato la maglia della Nazionale fatta per ricordare Gianluca Vialli, che oltre ad essere esemplare come atleta lo era perché non ha mai dimenticato di essere consapevole di quello che vi oltre il calcio, oltre lo sport, nella vita sociale”.