Coppa Italia Primavera 2018-19: la Juve batte il Genoa al 112′ e vola ai quarti

Coppa Italia Primavera 2017-18

La Juventus batte il Genoa al termine di un match incredibile e vola ai quarti di finale della Coppa Italia Primavera. I liguri passano in vantaggio nel secondo tempo con Bianchi ma vengono raggiunti al 92′ da un rigore di Petrelli. Nei supplementari il gol di Markovic regala ai bianconeri il passaggio del turno dove affronteranno la vincente tra Fiorentina e Spal.

LA CRONACA – Nel primo tempo succede poco. I liguri approcciano meglio il match nei primi minuti con Nunes che al 7′ colpisce debolmente di testa verso la porta bianconera. Nei minuti successivi la Juve prende in mano il controllo del match con tanto possesso palla seppur sterile. Al 20′ Nicolussi viene servito molto bene in area da Monzialo ma da posizione defilata non riesce a trovare la porta con il mancino, mentre 4 minuti più tardi Portanova vede Russo fuori dai pali e prova a beffarlo con un pallonetto da metà campo senza però impensierire l’estremo difensore rossoblu. Al 40′ il Genoa si procura l’occasione più ghiotta della prima frazione: Masini si incunea centralmente dopo un bel triangolo con Candela e lascia partire un pericolosissimo tiro cross che attraversa minacciosamente l’area di rigore bianconera.

LA RIPRESA – L’inizio di secondo tempo è sicuramente più spumeggiante: al 4′ Boloca salva miracolosamente su un tiro a botta sicura del neo entrato Bianchi, mentre al 6′ ancora il Genoa con Facchin si incunea in area di rigore bianconera trovando però l’esterno della rete. Al 10′ rispondono i bianconeri con uno splendido cross di Nicolussi sul quale Makoun da due passi non arriva di pochissimo. Baldini inserisce Fagioli e Moreno per dare freschezza alla manovra ma è il cambio di Sabatini a risultare vincente al 29′: Bianchi resiste ad una carica e dopo aver saltato sia Makoun che il portiere Israel deposita in rete per il vantaggio dei grifoncini. Nel finale la Juventus si riversa tutta nella metà campo rossoblu: al 35′ Frederikssen sfiora il palo con un potente diagonale, mentre al 43′ è ancora il danese a divorarsi il pareggio incornando fuori da pochi passi. Al 92′ sull’ultimo affondo bianconero Guasco atterra Anzolin in area concedendo un rigore a Petrelli che spiazza Russo e pareggia la partita portandola ai supplementari.

SUPPLEMENTARI – I supplementari sono un assedio bianconero ma l’unico spunto dei primi 15 minuti è una discesa di Moreno che calcia sul fondo con un destro a giro. Nel secondo supplementare la Juventus sembra abbassare i ritmi ma a 8 minuti dalla fine Markovic è il più lesto a raccogliere un cross deviato di Bandeira e mettere in porta. E’ il gol che vale la qualificazione per i bianconeri al termine di una davvero partita incredibile.