La Uefa punta ad una riapertura degli stadi per Champions ed Europa League

Anfield Road al tramonto, FOTO Ruaraidh Gillies VIA CC 2.0

La Uefa punta ad una riapertura degli stadi per le fasi finali di Champions ed Europa League, seppur parziale, per garantire agli atleti un’atmosfera quanto più similare a situazioni normali. La riunione del Comitato esecutivo, in programma il 17 giugno, decreterà quali debbano essere le sedi per disputare le cosiddette ‘Final Eight’ europee, con Lisbona (Champions League) e Francoforte (Europa League) fra le favorite. Gli ottavi di finale, salvo chiusure da parte degli enti governativi europei, dovrebbero svolgersi nelle sedi previste precedentemente: esclusa, al momento, l’opzione “sede unica”. Format con gare secche antecedenti alle finale, intrattenimento assicurato, tanto agonismo e forse una piccola presenza di pubblico: ecco le nuove potenziali direttive per le più importanti competizioni europee calcistiche.