Atalanta, Musso: “Passo importantissimo, darò tutto quello che ho dentro”

Juan Musso Juan Musso - Foto Antono Fraioli

Sono pronto a difendere la porta dell’Atalanta, una squadra che ho sempre ammirato e della quale mi piace il modo di giocare, di affrontare ogni sfida”. Sono queste le parole sui canali ufficiali della Dea di Juan Musso: l’argentino, in attesa di aggregarsi al gruppo per la preparazione, si è presentato ai tifosi. Bergamo è “una città molto bella per il poco che sono riuscito a vedere finora. Ho camminato un po’ a Bergamo Alta e in centro, mi ci troverò molto bene”.

“Ero ansioso di venirmi ad allenare qui, di conoscere il centro sportivo e lo stadio: per me è un passo importantissimo, darò tutto quello che ho dentro, aggiunge il portiere, nazionale argentino e fresco vincitore della Copa America insieme all’altro atalantino Cristian Romero. Sarà un’annata impegnativa con tante partite importanti insieme – sostiene -: l’Atalanta se le gioca tutte, la Champions è una competizione magnifica che ho sempre sognato di giocare. Speriamo di poter contare sui tifosi allo stadio, siamo molto entusiasti e ansiosi per quello che verrà. E’ stato un mese intenso, una gioia immensa aver vinto la Copa America”. Musso detiene il record delle porte inviolate in serie A, 14: “Mi piace prepararmi al massimo per farmi trovare nella miglior condizione possibile – chiude -. La rete inviolata? Dipende dal lavoro di gruppo di tutta la squadra, spero di aiutare a prendere meno gol possibili. Quand’ero bambino, dai 7 ai 9 anni, il mio sport preferito era il basket. Poi quando sono entrato in porta ho scoperto che il mio posto era quello”.