Coppa Italia Primavera 2019/2020, non basta il 3-1 della Roma: Verona in finale

Alberto De Rossi - Roma Primavera 2015/2016 - Foto Antonio Fraioli

L’Hellas Verona è la vera sorpresa di questa competizione. Nella semifinale di ritorno di Coppa Italia Primavera 2019/2020 vince la Roma 3-1, ma passa il Verona. Gli scaligeri, forti del 2-0 dell’andata, abbassano la guardia e per poco la Roma non compie l’impresa al Tre Fontana. Lucas apre le marcature, poi Riccardi, D’Orazio e Calafiori ribaltano la partita, ma i giallorossi non trovano il quarto gol e vedono sfumare il pass per la finale.

PRIMO TEMPO – Prima frazione di gioco molto equilibrata con le due squadre che si studiano e sono attente a non scoprirsi troppo. La prima potenziale occasione per la Roma, che è chiamata a fare la partita, arriva al 5′ con Alessio Riccardi che recupera la palla sulla fascia e crossa subito in area di rigore. Sul secondo palo D’Orazio viene anticipato da Gresele prima della conclusione a botta sicura verso la porta di Anzar. La risposta degli scaligeri arriva al 15′ con un lancio lungo di Udogie per Yeboah, la retroguardia giallorossa si fa trovare impreparata ma Zamarion è bravo a leggere la situazione e anticipare l’avversario. Al 17′ ci prova D’Orazio dal limite dell’area, ma il suo tiro è debole e Anzar blocca senza problemi. Il primo tempo si accende alla mezz’ora con Lucas al limite dell’area ha il tempo di stoppare la palla e far partire un mancino chirurgico che tocca il palo ed entra in porta. Al 40′ D’Orazio scappa sulla fascia ed entra in area di rigore, Gresele viene superato e atterra il giallorosso. L’arbitro assegna un calcio di rigore che Riccardi trasforma in due tempi, sulla ribatutta Anzar non può nulla. Il primo tempo termina sul 1-1.

SECONDO TEMPO – Nella ripresa è tutta un’altra Roma. D’Orazio segna subito il gol del vantaggio a pochi secondi dall’inizio del secondo tempo. Riccardi scappa sulla fascia in mezzo a due avversari e serve perfettamente in area di rigore il proprio capitano che con uno splendido tiro al volo ribalta il risultato. Al 52′ Riccardi serve in area D’Orazio, sponda per Calafiori che batte Anzar con un mancino potentissimo dal limite dell’area e in cinque minuti i ragazzi di De Rossi cambiano l’andamento della gara. Al 60′ brivido per la formazione giallorossa con Zamarion che compie una parata incredibile sulla conclusione a botta sicura di Sane e salva il risultato. Nel finale iniziano a mancare le energie ai ragazzi di Alberto De Rossi che ci provano fino all’ultimo, ma rimangono in 10 dopo il rosso diretto ad Estrella per un intervento sul viso di Calabrese. A nulla servono i 5 minuti di recupero, la Roma non riesce a trovare il quarto gol e sfiora solo l’impresa.