Basket, Serie A1 2017/2018: Milano e Cremona vincono davanti al proprio pubblico

Andrea Cinciarini - Profilo FB Fip

L’Olimpia Milano vince 92-78 il match della 24°giornata del campionato di Serie A1 contro Reggio Emilia. Prestazione maiuscola dei ragazzi di Pianigiani che si confermano al comando del campionato. Successo casalingo anche per la Vanoli Cremona, superata 91-78 la Virtus Bologna in un match controllato per larghi tratti. Nella serata vincono tra le propria mura anche Varese Brindisi rispettivamente contro Pesaro Sassari. 

OLIMPIA MILANO 92-78 GRISSIN BON REGGIO EMILIA

Della Valle segna due triple per gli ospiti in avvio di serata (2-6). I ragazzi di Menetti riescono a doppiare l’Olimpia (6-12) e guidano per tutto il periodo anche se a ridosso della pausa l’Olimpia torna sul -1 (15-16). Le marcature di Gudaitis e Abass ribaltano il punteggio (19-16). Nella frazione l’Olimpia vede l’elastico del suo vantaggio allargarsi e restringersi fino al +3 dell’intervallo (39-36).

Nella ripresa le squadre continuano ad equivalersi per lunghi tratti. Numerosi i contro sorpassi che rendono godibile una sfida in cui entrambe le compagini trovano la via del canestro con continuità. Poco prima della sirena l’Olimpia registra un parzialino di 7-0 e sale sul +5 (64-59). Nell’ultimo periodo si arriva sul 67-67 prima che il parziale di 10-0 degli uomini di Pianigiani spacchi definitivamente il confronto (77-67). Il margine viene amministrato dai Meneghini che alla sirena ottengono i due punti.

VANOLI CREMONA 91-78 SEGAFREDO VIRTUS BOLOGNA

Brillante inizio di Cremona che sale immediatamente sul +8 (15-7). Immediato il contro parziale Virtus che impatta il 15-15. Ma prima della sirena di fine periodo torna al comando una più brillante Vanoli (23-18). La nuova frazione si apre con due triple di Drake Diener che valgono il +11 (29-18), il picco del vantaggio lombardo tocca le quattordici lunghezze dopo una fiammata di Portannese (34-20). La fuga dei locali però nei 20′ non si concretizza e alla pausa lunga il vantaggio si è ridotto a due punti (37-35).

Nella ripresa Cremona continua a fare la differenza con la facilità realizzativa dai 6,75m e lo scarto torna sulla doppia cifra (70-60) e viene mantenuto fino alla sirena di fine frazione (75-64). Nell’ultima frazione la partita viene uccisa dalla Vanoli e la Virtus non riesce più a rientrare. Alla sirena il parziale finale è 91-78