Playoff A1 2018: Olimpia Milano devastante contro Cantù in gara due

Christian Burns Christian Burns, Cantù 2017-2018 - Foto Sportface

Al “Mediolanum Forum” di Assago è l’EA7 Milano a vincere contro il derby con la Red October Cantù, portandosi 2-0 nella serie, con il punteggio finale di 87-75. Per gli uomini di Sodini, autori nonostante la sconfitta di una prova coriacea, i migliori sono stati Culpepper (24 punti e 4 rimbalzi), Burns (18 punti e 11 rimbalzi) e Thomas (18 punti). Milano invece si gode la vittoria arrivata grazie ad una prestazione solida su entrambi i lati del campo: i migliori sono Bertans (16 punti), Tarczewski (12 punti e 9 rimbalzi), Kuzminskas (15 punti) e il solito Micov (13 punti e 6 rimbalzi).

LA CRONACA Partono bene gli ospiti con due triple firmate Chappell e Thomas ma Milano trova punti da Micov e Cinciarini e rimane a contatto (6-9), Kuzminskas scalda la mano e riporta i padroni di casa avanti con due canestri ma Cantù risponde prontamente grazie ad un ottimo Burns (15-15). Gli ultimi minuti del quarto sono dominati dagli uomini di Pianigiani che piazzano un parziale di 9-2 trascinati da Micov e chiudono il primo periodo avanti (24-17).

Nel secondo quarto Milano è dominante e grazie ad uno scatenato Bertans (9 punti in un amen per lui) va in doppia cifra di vantaggio nonostante Cantù continui ad affidarsi ad un caldissimo Burns (35-24); Cantù è in sofferenza e allora l’EA7 continua ad allungare e piazza un parzialone sfruttando la fisicità di Gudaitis, la mira di Bertans e il talento di Jerrels (50-28). Nel finale di quarto Cantù reagisce e trova finalmente qualche punto da Culpepper che insieme a Burns riesce ad alleggerire un po’ le distanze: si va all’intervallo lungo con il punteggio di 54-39.

LA RIPRESA – Si ricomincia e Culpepper e Burns accorciano subito ma Milano risponde prontamente con i liberi di Kuzminskas e Gudaitis (57-45), sono Ellis e Thomas ad avvicinare ulteriormente Cantù costringendo Pianigiani al timeout (59-50). In uscita dal timeout Cantù continua a martellare con Thomas e Culpepper però i padroni di casa, si fanno trovare pronti e, con i canestri di Pascolo e Bertans, si riprendono la doppia cifra di vantaggio in chiusura di frazione (68-55).

Nell’ultimo periodo Cantù parte aggressiva e costringe Milano ad aggrapparsi ai suoi lunghi, Culpepper è però scatenato e con una super schiacciata riporta i suoi sotto la doppia cifra di svantaggio (70-61); Milano è letale e piazza subito due canestri firmati da Tarczewski e dal solito Bertans, a cui Brescia risponde, seguiti da una tripla di Kuzminskas che sembra tagliare le gambe agli ospiti (78-65). Negli ultimi due minuti gli uomini di Sodini provano il tutto per tutto, aggrappandosi a Culpepper, però il divario è troppo ampio soprattutto perché la difesa di Cantù non riesce mai a bloccare le bocche da fuoco avversarie: vince Milano con il punteggio finale di 87-75.

EMPORIO ARMANI MILANO – RED OCTOBER CANTU (24-17;30-22;14-16;19-20)  

MILANO: Goudelock 2, Micov 13, Pascolo 6, Kuzminskas 15, Cusin, Tarczewski 12, Vecerina, Jerrels 9, Bertans 16, Gudaitis 8, Cinciarini 6

CANTU: Smith 5, Culpepper 24, Ellis 4, Chappell 6, Burns 18 Thomas 18