Come si entra in zona gialla con il nuovo decreto? I nuovi parametri per il cambio colore delle regioni

22

La cabina di regia riunita quest’oggi ha modificato i parametri per il cambio di colore delle regioni italiane a partire da lunedì 26 luglio. Saranno decisivi, con le modifiche applicate, i numeri per quanto riguarda i ricoveri in terapia intensiva e nei reparti ordinari e non più l’incidenza dei casi in relazione agli abitanti e ai tamponi effettuati. Questo perché con tanti vaccinati essere positivi al Covid-19 non coincide direttamente con il rischio di saturazione delle strutture ospedaliere.

I NUOVI PARAMETRI PER FINIRE IN ZONA GIALLA

A ogni modo, scendiamo nei dettagli: con l’occupazione al 10% delle terapie intensive disponibili, una regione passerà in zona gialla, stesso discorso con i reparti ordinari pieni al 15%. Da zona gialla a zona arancione la percentuale di riferimento delle terapie intensive è del 20% e dei reparti ordinari al 30%, mentre per transitare in zona rossa serviranno terapie intensive al 30% e posti letto ordinari al 40%. Alle ore 17 poi il Consiglio dei Ministri che ratifica queste decisioni per trasferirle nel nuovo decreto. Un’accelerata, con tanto di pubblicazione entro mezzanotte, per far sì che venerdì non finissero in zona gialla alcune regioni con i vecchi parametri legati all’incidenza.