Volley, Grand Champions Cup 2017: l’Italia non si ferma più, battuta anche la Francia

di - 16 settembre 2017
Nazionale italiana volley - Foto profilo ufficiale Facebook Fipav

L’Italia di volley maschile vince il suo match della quarta giornata di Grand Champions Cup 2017 contro la Francia rimontando dopo aver perso il primo set. Gli azzurri chiudono con il punteggio di 3-1 (21-25, 25-20, 25-22, 25-21) il derby europeo riuscendo a dimostrare ancora una volta che il lavoro fatto negli scorsi mesi sta portando i primi frutti. Dopo la sconfitta solo al tie break contro l’Iran sono arrivate tre vittorie consecutive contro Brasile, campione olimpico in carica, Giappone, padrone di casa dell’evento, e Francia, squadra con il best ranking CEV alla quale però, a dovere di cronaca, mancava Ngapeth che è già tornato a Modena per prepararsi per la nuova stagione.

La nazionale italiana incontrerà gli Stati Uniti nell’ultimo match della manifestazione (IL PROGRAMMA DI ITALIA-STATI UNITI), con la possibilità di chiudere sul podio e fare un pensierino anche ai primi due posti in base a quello che sarà il risultato di Giappone-Brasile.

CRONACA – Partenza lenta per gli azzurri che vengono subito sorpresi dal ritmo alto dei francesi che tengono il pallino del gioco ma mostrano alcune lacune come quelle intraviste nelle prime tre giornate in cui sono riusciti ad imporsi solo contro il Giappone e hanno invece perso nettamente contro Brasile e Stati Uniti. Dal primo time out tecnico (7-8) la situazione è stata punto a punto fino alla seconda pausa prevista (15-16) con l’Italia che ha provato a staccare gli avversari di due punti (21-19) ma ha poi perso di fiducia e di incisività con 6 punti consecutivi della Francia che hanno portato i ragazzi di Tillie a conquistare il primo parziale con il punteggio di 21-25.

Nel secondo set ci si aspetta una reazione da parte dell’Italia e, se la partenza non è delle migliori (subito sotto 0-3), questa arriva con gli azzurri che si portano avanti di 3 punti al primo time out tecnico con un gran colpo di Oleg Antonov (8-5). Il vantaggio dei ragazzi di Blengini arriva ad essere anche di 4 punti (14-10) con il colpo intelligente di Daniele Mazzone che a rete anticipa l’intervento degli uomini di prima linea della Francia. I transalpini provano in diverse occasioni a riavvicinarsi ma Simone Giannelli, uno dei migliori quest’oggi, trova le soluzioni giuste per servire i propri schiacciatori con tutti i giocatori che eseguiscono al meglio le diverse scelte. Il set si chiude sul 25-20 e l’Italia sembra destarsi e tornare ai suoi livelli, proposti alla grande soprattutto contro il Brasile nella giornata di mercoledì.

Il terzo parziale è di nuovo lottato punto a punto con le due squadre che non lasciano gli avversari distaccarsi troppo per paura che il distacco diventi incolmabile. Grandissimo Luca Vettori che sbroglia alcune situazioni di difficoltà, soprattutto incomprensioni dopo difese miracolose, e si carica la squadra sulle spalle in alcune occasioni. Il momento difficile arriva sul 17-19 con Blengini costretto a chiamare un time out per parlare con i suoi giocatori. da questo punto prima a segno Piano e poi Vettori e l’Italia torna sotto (19-19). Da questo momento gli azzurri si impongono con ben 3 punti di Vettori e il muro di Mazzone e chiudono il set sul 25-22.

Il quarto set sembra solo una formalità con gli azzurri che rimangono sempre davanti nel punteggio, dopo un’altra partenza lenta che ha caratterizzato ogni inizio parziale di questo match, e grazie ai colpi soprattutto dalle bande di Filippo Lanza ed Oleg Antonov permettono agli azzurri di chiudere sul 25-21 e conquistare una vittoria e tre punti fondamentali per la classifica e per il morale di una squadra che era uscita un po’ bistrattata dopo gli Europei in Polonia.

LE STATISTICHE – Luca Vettori è il miglior marcatore del match e chiude con 24 punti dopo 22 attacchi, 1 muro ed un ace. Seguono tra le fila azzurre i due schiacciatori Filippo Lanza ed Oleg Antonov con 14 punti con il primo che ha piazzato 2 muri punto. Il migliore a muro degli azzurri è stato Matteo Piano che con i suoi 4 ha contribuito al totale di 11 di squadra al termine della partita. Per la Francia buona la prestazione di Jean Patry che chiude con 22 punti (19 attacchi, 2 muri), meno incisivi Clevenot e Chinenyeze con 11 punti ciascuno con quest’ultimo che ha piazzato 4 muri punto.

TUTTI I RISULTATI DEL TORNEO 

IL CALENDARIO DEL TORNEO

LA CLASSIFICA DEL TORNEO

RIVIVI IL LIVE DEL MATCH SU SPORTFACE.IT

© riproduzione riservata