Zverev: “Soffro di diabete e voglio essere un modello per persone già malate”

Alexander Zverev Alexander Zverev - Foto Ray Giubilo

Soffro di diabete di tipo 1. Voglio dimostrare che si può arrivare molto lontano e che non ci sono limiti. Voglio essere un modello per le persone che sono già malate e per i bambini che possono ancora evitare la malattia con la giusta prevenzione. Quando ero piccolo non ci pensavo molto, poi ho iniziato a pensarci sempre di più. Ora, molti anni dopo e con il successo alle spalle, mi sento abbastanza a mio agio per poter rendere pubblica questa iniziativa. Sono nella situazione privilegiata di condurre la vita che ho sempre voluto condurre. Devo tutto ai miei genitori e a mio fratello, che mi hanno sempre sostenuto incondizionatamente. Adesso è molto importante per me restituire qualcosa e aiutare le persone colpite nel loro cammino. Così Alexander Zverev in merito alla sua patologia, il diabete di tipo 1, e alla sua splendida iniziativa al fine di aiutare bambini e in generale individui nella sua stessa condizione. Il noto tennista tedesco ha annunciato, in conferenza stampa, la creazione della fondazione che porterà il suo nome; essa, con sede ad Amburgo, sua città natale, promuoverà eventi sportivi con correlati fondi donati alla ricerca e al sostegno relativamente al diabete.