Tennis, Robert Farah positivo al doping in un test a ottobre

Provette per un test antidoping

Giornata davvero controversa nel mondo del tennis. Dopo la positività al doping di Nicolas Jarry e la conseguente sospensione in via cautelare del tennista cileno, un altro noto giocatore sudamericano rivela di essere stato trovato positivo al doping nel corso di un controllo avvenuto a ottobre. Si tratta del fuoriclasse del doppio Robert Farah, che in coppia fissa con Cabal ha raggiunto grandi risultati negli ultimi anni.

Il colombiano è stato trovato positivo al Boldenone, sostanza proibita e dopante appartenente agli steroidi anabolizzanti, ma ha voluto spiegare la propria situazione, dichiarandosi innocente prima della quasi certa sospensione (come atto dovuto dell’Itf) in un comunicato ufficiale indirizzato ai propri tifosi: “Voglio raccontare a tutti una situazione che mi sta facendo vivere uno dei momenti più tristi della mia vita e della mia carriera sportiva. Non potrò disputare gli Australian Open, un’ora fa l’Itf mi ha comunicato la presenza della sostanza proibita Boldenone in una provetta di un controllo che mi è stato effettuato il 17 ottobre a Cali. Questa sostanza si trova frequentemente nella carne colombiana e può falsare i risultati dei test antidoping. E’ sicuramente questo il motivo che ha provocato questo risultato di positività. Stiamo indagando e vogliamo dimostrare che mai ho utilizzato prodotti che vanno contro il gioco pulito e l’etica. Sono tranquillo e fiducioso dei risultati di questo processo”.