Tennis, Australian Open 2017: Fognini fuori al quinto set con Paire

Fabio Fognini - Foto Bruno Silverii

Nel secondo turno degli Australian Open di tennis il francese Benoit Paire (numero 47) ha eliminato Fabio Fognini con il punteggio di 7-6(3) 4-6 6-3 3-6 6-3, in tre ore e mezza di gioco. E’ stata una partita estremamente combattuta: il tennista italiano avrebbe potuto sfruttare in modo migliore diverse situazioni a lui favorevoli, ma ha invece regalato letteralmente una serie di punti fondamentali nelle fasi salienti della gara, complicandosi la partita e, in conclusione, perdendo. Il bilancio dei precedenti incontri fra i due tennisti era di assoluta parità, con due vittorie per parte.

Il primo set si è distinto per una serie di capovolgimenti di fronte: l’andamento della gara ha rispecchiato la personalità scostante dei due contendenti, capaci di alternare colpi con un elevato coefficiente tecnico a errori banali. Fognini ha esordito nella maniera peggiore, subendo l’iniziativa dell’avversario e perdendo due turni di battuta consecutivamente. Fortunatamente, sul punteggio di 4-0, è riuscito pian piano a risalire la china e a rientrare in partita. Il primo segnale di questo cambiamento è avvenuto nel sesto game, quando ha conquistato un contro break. La conferma c’è stata durante il decimo gioco, mentre Paire si apprestava a servire per il set sul 5-4, guadagnandosi il  break e completando la rimonta. In questa fase del parziale, il ligure ha giocato bene, prendendo finalmente il campo e realizzando dei bei vincenti. Sul 6-5 in suo favore, ha avuto addirittura tre palle set a disposizione, con Paire alla battuta. Ma non è stato abile a sfruttarle. Il parziale si è risolto al tie break, dove Fognini ha letteralmente regalato una serie di punti, consentendo al francese di fare proprio il set.

Il secondo set ha avuto un andamento più regolare, nonostante sia stato caratterizzato, come tutti gli altri, dall’assoluta imprevedibilità di entrambi i giocatori.  Sino alla metà del parziale, i due sono giunti appaiati,  mantenendo i propri turni di battuta senza problemi. Fognini ha dimostrato di giocare con maggiore sicurezza, commettendo meno errori e rischiando di spingere con i suoi colpi migliori. Al settimo game ha raggiunto un break, ma è stato immediatamente annullato dal francese nel gioco successivo. Tuttavia, il tennista italiano si è nuovamente portato in vantaggio, riuscendo a prendersi un altro break al nono game, attraverso cui ha potuto chiudere il set con il proprio servizio per 6-4.

Il terzo set è stato molto simile a quello precedente. Ma Fognini, rispetto al suo avversario, ha sofferto maggiormente nei propri turni di servizio, realizzando una percentuale di prime molto bassa. Contrariamente, Paire ha potuto contare su una prima palla piuttosto efficace. Il parziale ha trovato la svolta all’ottavo gioco, quando l’italiano è stato costretto a cedere il servizio, permettendo al francese di chiudere agevolmente il set con il suo servizio. Il quarto set è stato molto nervoso. Con due break per parte, il parziale si è deciso al sesto game: Fognini ha fatto propria una palla break importantissima ai vantaggi, allungando con il punteggio. Sul 5-4 ha servito per il set. E’ stato un game al cardiopalma, poiché il francese ha avuto varie possibilità di rientrare in partita. Tuttavia, in conclusione, il tennista ligure è riuscito a chiudere il set e a pareggiare i conti.

La frazione decisiva è stata una vera battaglia. Ogni game è stato combattuto da entrambi fino allo stremo delle forze fisiche e psicologiche. Fognini ha ceduto il sevizio in una fase fondamentale, all’ottavo game, dando l’opportunità a Paire di servire per il match. Il game successivo è durato dieci minuti, con continui capovolgimenti di fronte, tra cui la possibilità di Fognini di rientrare nel match. Ma il francese ha centrato il secondo di due match point mettendo fine ad ogni speranza dell’italiano. Rimane dunque un solo italiano in corsa, Andreas Seppi, che nella notte italiana affronterà il belga Steve Darcis.