Roland Garros 2022, Tsonga: “Viaggio nel tennis un’avventura formidabile, ora la priorità è la famiglia”

Jo-Wilfred Tsonga - Internazionali BNL d'Italia 2015 - Foto Ray Giubilo

Il tennista francese Joe-Wilfried Tsonga, dopo il suo match perso contro Casper Ruud nel primo turno del Roland Garros 2022, ha ricevuto un premio alla carriera tra la commozione generale del pubblico sugli spalti e di tutti i suoi ex allenatori, che lo hanno salutato ed abbracciato sulla terra rossa. Molte lacrime anche per lo stesso atleta, che si è detto grato per quanto fatto nel corso di questi anni: “Per me era un sogno pensare di poter giocare su questo campo contro grandi campioni, poi il sogno è diventato realtà perché sono riuscito a realizzarlo. Ringrazio il pubblico, la federazione francese, l’Atp, tutti i miei coach e gli sponsor, è stato bellissimo vivere questa avventura. Oggi è un grande giorno per me, saluto i miei colleghi, la gente che conosco da quando sono piccolo. Vorrei ricordare tutti quelli che mi hanno accompagnato in questa splendida avventura, tutti coloro che mi hanno permesso di arrivare dove sono arrivato”.

IL SALUTO DI TSONGA

“Ho avuto l’opportunità e la forza di fare ciò che volevo e vorrei che tutti i bambini avessero la stessa possibilità. Sono stato sostenuto dalla mia famiglia. Da quando sono piccolo ho sempre mostrato forza e resilienza, sono rimasto me stesso e rimarrò attivo, cercando di dare il meglio. Ci sono stati giorni buoni ed altri meno anche nel rapporto con i media. Nel corso della mia carriera sono stato tante cose, però voglio comunque ringraziare i media. Nel mio viaggio nel tennis ho imparato ed è stata un’avventura formidabile. Ora sono davanti a voi senza la mia racchetta, la mia migliore amica per trenta anni, la mia famiglia è diventata la mia priorità. Spero che tutti mi apprezzino. Grazie signor tennis”, ha concluso il transalpino.

L’autore: /

Mi chiamo Daniele Forsinetti, sono nato il 30 novembre 1996 ed ho una grande passione per la maggior parte degli sport. Scrivo per Sportface.it dal marzo 2020 e sogno di diventare un giornalista sportivo.