Roger Federer: “Triste per la Coppa Davis, non sarà più la stessa”

di - 18 agosto 2018
Roger Federer - Foto Adelchi Fioriti

Roger Federer dice la sua sulle modifiche del format della Coppa Davis. Il fuoriclasse svizzero non è in sintonia con i cambiamenti apportati allo storico torneo di tennis per squadre e non lo nasconde: “In Coppa Davis non so come funzionano i voti, ma chiaramente l’ITF non ha mai coinvolto i giocatori, ma le federazioni. Sono un po’ sorpreso e mi sento triste a non avere la solita Davis. Non sarà più la stessa. Spero che ogni centesimo venga pagato come promesso per il bene dei giovani, perché in passato abbiamo visto situazioni spiacevoli e non voglio che accada di nuovo”.

Quindi Federer si sofferma sulla scelta di limitare a tre i set dei match, rivelando, ma è noto, di preferire nei grandi tornei i match al meglio dei cinque set: “Come ho detto su Tennis Channel sono più a favore dei cinque set di tanto in tanto in alcuni tornei chiave, a cominciare con le ATP Finals. Le finali devono essere al meglio dei cinque. Non so perchè siamo tornati al meglio dei tre. Sono stato nella sala delle elezioni quando è successo, e tutti i giocatori erano per il meglio dei tre. Non ci potevo credere. Fui l’ultimo a votare, e ho detto: ‘Non importa più cosa dico, perchè tutti gli altri giocatori hanno scelto il meglio dei tre'”.

© riproduzione riservata