Giorgi: “L’obiettivo è rientrare tra le prime 32. In futuro vorrei insegnare ai bambini”

Camila Giorgi - Foto Ray Giubilo

Sono più che soddisfatta, ma non mi accontento mai. Adoro il tennis: ho detto che è il mio lavoro, ma non ho escluso di amarlo. Dopo Tokyo sono stata a casa soltanto due giorni, sono felice di passare del tempo con la mia famiglia. Fra due settimane partirò per Chicago e successivamente parteciperò al torneo di Indian Wells. Mancano quattro tornei al termine della stagione, l’obiettivo è rientrare tra prime 32 del ranking mondiale. In futuro, mi piacerebbe insegnare questo sport alle bambine e ai bambini. Con il tennis si vivono situazioni che poi accadono similmente anche nella vita di tutti i giorni”. Così Camila Giorgi, nel contesto della presentazione di un’iniziativa in programma al Circolo del Tennis delle Cascine, in quel di Firenze. La tennista italiana, in evidenza alle Olimpiadi di Tokyo e campionessa a Montreal, ha offerto una panoramica completa sulle sue sensazioni e sui suoi obiettivi a breve termine. Inoltre, l’esponente di spicco del movimento tennistico italiano ha delineato i suoi desideri in ottica futura.