Combinata nordica, staffetta maschile: Italia lontanissima dopo il salto. Germania e Norvegia per la vittoria

Alessandro Pittin - Foto Piazzi/Pentaphoto

La prova di salto della staffetta maschile valida per la Coppa del Mondo di combinata nordica, disputata sul trampolino HS98 di Lillehammer, Norvegia, ha visto andare in scena, come da previsione, la battaglia tra Germania e Norvegia.

Dopo il salto infatti, la Nazionale teutonica composta da Faist, Geiger, Frenzel e Weber ha ottenuto 499.2 punti andandosi a collocare in prima posizione provvisoria. Seconda la squadra di casa, composta da Oftebro, Bjoernstad, Graabak e Riiber, a 483,7 punti e staccati di 21″ prima della prova sugli sci stretti che si disputerà alle 13:40 di sabato 4 dicembre. Si prospetta dunque una battaglia a due per la vittoria di tappa.

Terzia, ma staccata di 55″ l’Austria, che ha conquistato 458,1 punti dopo il salto. A 1″ dalla Germania, il Giappone, autore di 454,1 punti dopo la prova dal trampolino. Verosimilmente queste due compagini si giocheranno la terza posizione del podio.

Molto staccata l’Italia. La squadra composta da Raffaele Buzzi, Iacopo Bortolas, Alessandro Pittin e Samuel Costa è stata autrice di soli 383,7 nella prova di salto che le è costata l’ultima posizione. Prima della prova di sci di fondo il distacco dalla testa è di 2’34”, quindi è molto probabile un’ultima posizione finale.

About the Author /

Classe '96. Nasco in collina, poi lettere sul mare a Bari ma con le Dolomiti sempre nel cuore. Sciatore dall'alba del nuovo millennio, ho coniugato la passione dello sport alla scrittura. Su tutto sport invernali, poi ciclismo, nuoto, tennis, scherma e atletica, in ordine. Nel tempo libero cinema, libri, viaggi e sogni, e un romanzo d'amore.