World League pallanuoto, Usa-Italia 10-9. Conti: “Posso solo fare i complimenti al Setterosa”

Fabio Conti - Pallanuoto - Rio 2016 - Foto Mezzelani/Gmt

Termina con l’argento per il Setterosa la finale di World League 2019 di pallanuoto femminile. Usa-Italia si conclude con un 10-9 che lascia l’amaro in bocca e vede il sogno di centrare già stasera la qualificazione olimpica. Il ct delle azzurre Fabio Conti però guarda il bicchiere positivo: “In questo momento c’è il rammarico di una partita persa ma analizzando il torneo a 360° usciamo con la consapevolezza dei nostri mezzi. Il panorama internazionale è equilibrato ma le ragazze sono state eccezionali disputando sei partite di alta intensità adattandosi ad un arbitraggio ancora poco uniforme, oggi c’hanno messo l’anima e cuore piazzando un mattone grande verso il lavoro futuro. Ho ripetuto a loro che con gli Stati Uniti ne vinciamo magari una su dieci come successe a Kazan, ma credo che la prossima potrebbe esser quella che cancella la sconfitta in finale a Rio. Mancava un po’ di consapevolezza nei propri mezzi. Questo torneo invece ci lascia la convinzione di giocarcela con tutti quanti e oggi faccio solo i complimenti alle ragazze”.

Ottimismo anche per quanto concerne il capitano del Setterosa Elisa Queirolo: “Oggi abbiamo dato un bel segnale a tutti, avendo la consapevolezza di giocarcela con tutti. Sappiamo della loro forza e avendo commesso anche tanti errori in previsione futura sono ottimista. Lavoreremo sodo più forte di prima perché vogliamo imporci al mondiale tra un mese”, conclude la veterana azzurra.