LIVE – Inter-Sampdoria, Inzaghi in conferenza stampa (DIRETTA)

Matteo Darmian e Simone Inzaghi Matteo Darmian e Simone Inzaghi - Foto Antonio Fraioli

La diretta testuale della conferenza stampa di Simone Inzaghi in vista di Inter-Sampdoria, match valido per la trentottesima giornata della Serie A 2021/2022. Il tecnico dei nerazzurri risponderà alle domande dei giornalisti sabato 21 maggio a partire dalle ore 12:30. Sportface.it vi terrà compagnia con aggiornamenti in tempo reale.

COME VEDERE LA CONFERENZA IN TV

AGGIORNA LA DIRETTA


TERMINA LA CONRERENZA STAMPA

12.52 – “Correa ha tantissima qualità, quest’anno purtroppo ha avuto due infortuni importanti che lo hanno rallentato. Per domani ho ancora l’allenamento di oggi, successivamente sceglierò la formazione che comincerà contro la Sampdoria. Perisic? Finché non alleni un giocatore, non puoi renderti conto delle potenzialità. Quest’anno ha fatto una stagione straordinaria e penso si sia superato, so che c’è un incontro che avrà con la società e spero ci possa essere una fumata bianca”.

12.49 – “Se potessi rigiocare una partita, rigiocherei l’andata di Liverpool perché per come la squadra è stato in campo, ci sono rimpianti. La partita è finita con uno 0-2 non meritato, non abbiamo rinunciato a nulla. Sappiamo che probabilmente le due partite con il Liverpool ci hanno fatto perdere punti e giocatori. Sono contento del percorso fatto e mi dispiace aver perso qualche punto, ma sono comunque felice di aver alzato due trofei”.

12.47 – “Penso che l’Inter e il Milan debbano preoccuparsi della Sampdoria e del Sassuolo, avremo di fronte due squadre che in questo momento possono migliorare la loro posizione. Faranno due partite organizzate e dovremo essere bravi a dare tutto in quei 90 minuti”.

12.46 – “Skriniar ha fatto una grande stagione, sono molto soddisfatto di lui come di tutta la rosa. Non dimentichiamo che non arrivi soltanto con 11, 12 o 13 giocatori ad alzarti due trofei e a giocartene tre. Non mi soffermerei su un singolo giocatore, ma farei un plauso all’intera rosa. Mi hanno dato grandissima disponibilità dal primo al ventiquattresimo giocatore”. 

12.45 – “Un allenatore che mi ha stupido? Nicola. Ha ereditato una situazione non semplice, con tanti punti di ritardo. Mancano ancora 90′ ed è ancora tutto aperto. Bisogna aspettare l’ultimo giorno di gara”.

12.44 – “Ho un ottimo rapporto con Conte, c’è stima reciproca e ha fatto un ottimo lavoro qui. Non c’è del fastidio, io valuto cosa mi ha dato la squadra e cosa mi ha dato la società, con me sin dal primo giorno. Il campo deve dare trofei e soddisfazioni, penso sia stata una grandissima annata indipendentemente da ciò che succederà domani. Non dimenticherei la società e i tifosi, in primis anche i calciatori: ho la fortuna di allenare un grande gruppo, che ha voglia di vincere e migliorare”.

12.41 – “Scetticismo? Noi allenatori siamo sempre sotto giudizio ed è giusto sia così. Ricordo quali erano gli obiettivi e i problemi dell’Inter. Strada facendo, le responsabilità su di noi e il gioco espresso hanno aumentato il peso che avevamo addosso. Siamo andati aldilà delle aspettative, però c’è ancora domani e ho ancora voglia di vivere tutto nel migliore dei modi. La squadra è carica”.

12.39 – “Sto vivendo la situazione con grande serenità. Posso soltanto dire quale sia il mio pensiero: la squadra ha fatto una grandissima annata, sono molto contento. Normale che sarebbe straordinario se vincessimo lo Scudetto, ma sappiamo in ogni caso di aver dato tutto e grandissime soddisfazioni a un pubblico che ha meritato questi due trofei. Questi tifosi non ci hanno mai abbandonato. La serata di gennaio a San Siro per la Supercoppa e quella all’Olimpico di 10 giorni fa sono state da pelle d’oca”.

12.38 – “Non so dare un voto alla stagione. Sapevamo che sarebbe stato un anno non semplice, ma siamo stati bravi a vincere due coppe e giocarci lo Scudetto all’ultima partita. Il campionato può riservare sempre qualcosa, anche se non dipende tutto da noi. Il mio pensiero è sulla Sampdoria, una partita da disputare nel migliore dei modi”.

12.36 – “Handanovic è stato un valore aggiunto per noi, sia all’interno che all’esterno. Spero possa rimanere Perisic, ha fatto una stagione straordinaria, ma per queste cose ho un appuntamento con la società durante la prossima settimana. Faremo un bel meeting sulla prossima stagione, sugli obiettivi e sulla nostra crescita. C’è un grandissimo rapporto e la prossima settimana ci troveremo per fare il punto su tutto”.

12.35 – “Dobbiamo concentrarci esclusivamente su quello che dipende da noi, ossia sulla Sampdoria. Loro sono salvi e liberi di mente, hanno fatto la miglior partita degli ultimi mesi recentemente. Il destino non dipende solo da noi, ma passa dalla Sampdoria e abbiamo preparato la partita nel modo giusto”.

12.34 – “La squadra ha passato una settimana come le altre nel preparare la partita. Dobbiamo giocare alla grande per non avere rimpianti. Non dipende da noi, ma dobbiamo arrivare a 84 punti e vedremo cosa succederà”.

12.32 – Ecco Inzaghi: “Abbiamo vinto coppe, abbiamo espresso un ottimo gioco, siamo tornati agli ottavi di Champions dopo tantissimi anni e siamo qui a giocarci lo Scudetto all’ultima giornata. Vedo tanti colori per questa stagione”.

12.25 – Buon pomeriggio e benvenuti alla diretta testuale della conferenza stampa di Simone Inzaghi, alla vigilia di Inter-Sampdoria.