Pattinaggio artistico, ISU Grand Prix 2019: da Las Vegas a Torino, tutte le tappe

Matteo Rizzo Matteo Rizzo

Il mese di ottobre segna tradizionalmente il ritorno della stagione del pattinaggio artistico che conta, con l’inizio del Grand Prix che quest’anno vedrà il proprio atto conclusivo svolgersi proprio nel nostro Paese al PalaVela di Torino dal 5 all’8 dicembre.

Sei le prove che come di consueto selezioneranno i finalisti per la passerella finale in Piemonte: si comincia dal 18 al 20 ottobre all’arena dell’Hotel Orleans di Las Vegas per Skate America, che sarà seguito una settimana dopo dall’appuntamento con Skate Canada (25-27 ottobre), quest’anno di scena al Prospera Place di Kewlona, in British Columbia, a circa 200 chilometri da Vancouver. Mentre a Las Vegas non ci saranno atleti italiani impegnati, in Canada esordirà il nostro Matteo Rizzo nella prova del singolo maschile insieme al campione olimpico Yuzuru Hanyu, che allenandosi a Toronto con il suo coach Brian Orser, in Canada è ormai quasi un pattinatore “di casa”. Curiosità a Kewlona anche per il debutto nel Grand Prix della quindicenne russa Alexandra Trusova, che qualche settimana fa al Japan Open di Saitama ha completato quattro salti quadrupli nel suo programma libero.

Nel primo weekend di novembre il circuito si sposterà al Patinoire Polesud di Grenoble per gli Internationaux de France, dove saranno in gara Shoma Uno e Nathan Chen nel singolo maschile ed esordiranno Alena Kostornaia e la campionessa olimpica Alina Zagitova nel singolo femminile. Primo impegno anche per la coppia italiana di danza composta da Charlene Guignard e Marco Fabbri, allenati dall’ex campionessa mondiale Barbara Fusar Poli. Il quarto appuntamento del Grand Prix sarà la Cup of China (9-11 novembre) in programma al Chongqing Huaxi Culture and Sports Center in Chongqing, nella Cina centrale. Lì sarà impegnato per la sua seconda prova Matteo Rizzo mentre esordirà la coppia italiana d’artistico composta da Nicole Della Monica e Matteo Guarise. Sette giorni dopo (15-17 novembre) ci si sposterà al Megasport Palace di Mosca per la Rostelecom Cup, dove saranno ovviamente presenti tante stelle locali, da Evgenia Medvedeva ai vice campioni mondiali Tarasova-Morozov nelle coppie di artistico e Sinitsina- Kaspalakov nella danza. Presente anche la coppia azzurra di artistico composta da Rebecca Ghilardi e Filippo Ambrosini.

L’ultima tappa del Grand Prix prima delle finali torinesi sarà l’NHK Trophy, in programma dal 22 al 24 novembre alla Makomanai Ice Arena di Sapporo in Giappone. Garantita ovviamente la presenza di Hanyu nel maschile, così come di Rika Kihira tra le ragazze. Nella danza saranno presenti i campioni olimpici e mondiali Gabriella Papadakis e Guillaume Cizeron, che dopo l’esordio in casa a Grenoble si esibiranno in Giappone con la loro nuova danza ritmica tratta dal musical Fame che sta suscitando tanta curiosità.

Dopo le Finals a Torino ad inizio dicembre, il calendario internazionale presenterà i due pezzi forti della stagione all’inizio del 2020. Si comincerà dal 20 al 26 gennaio con i Campionati Europei in programma a Graz in Austria, dove l’Italia potrà contare su tre partecipanti nel singolo maschile e nelle coppie di artistico e due nella danza grazie ai podi conquistati a Minsk lo scorso gennaio da Rizzo e Guignard-Fabbri e al quarto posto ottenuto da Della Monica-Guarise.

A coronamento della stagione ci sarà l’appuntamento con i Campionati Mondiali di Montreal, in Canada, in programma dal 16 al 22 marzo al Bell Centre. Per il momento rimane un punto di domanda per quel che riguarda la copertura televisiva di questi eventi in Italia. In ogni caso, se non dovesse essere raggiunto alcun accordo per la trasmissione delle gare sul territorio italiano, la ISU ha deciso di trasmettere in diretta tutti gli eventi sul proprio canale YouTube per dare la possibilità a tutti gli appassionati di godersi il grande pattinaggio artistico.