Copa America 2019: il Venezuela erge il muro e ferma il Brasile sul pareggio

Copa America Copa America Logo

Il Venezuela tiene testa al Brasile nella seconda giornata del girone B della Copa America 2019 ed il risultato non si muove dallo 0-0 iniziale. I verdeoro interpretano la sfida con la classica mentalità offensiva, ma trovano davanti un Venezuela compatto ed ordinato difensivamente, che non concede spazio all’estro delle stelle brasiliane.

Il primo tempo si apre con un’immediata pressione in proiezione offensiva del Brasile, che tenta di trovare la via del gol con alcune ordinate azioni corali che liberano facilmente al tiro i vari effettivi offensivi verdeoro, ma senza risultati concreti sia per l’ottima opposizione della retroguardia avversaria, sia per alcune leziosità di troppo degli attaccanti nei pressi dell’area. Il Venezuela tenta di ripartire in contropiede e in più di un’occasione riesce ad impensierire seriamente la difesa brasiliana con le accelerazioni degli esterni d’attacco che garantiscono a Rondon, esperto terminale offensivo, parecchi cross interessanti che la punta amministra con saggezza ma senza riuscire a far male. La prima frazione si spegne a reti inviolate senza clamorose occasioni da gol, dettate anche dal grande agonismo delle due squadre che non mollano un centimetro e cercano di chiudere ogni linea di passaggio possibile.

Il secondo tempo inizia con una verve differente per i verdeoro, che trovano nuova linfa con l’ingresso in campo di Gabriel Jesus al posto di uno spento Richarlison e la punta brasiliana trova un gol potenzialmente importante al 60′ su assist di Firmino, ma l’arbitro dopo un consulto VAR annulla la rete e non concede all’attaccante in forza al Manchester City di gioire. Il Venezuela rinuncia di fatto ad attaccare e chiude sempre di più i possibili varchi disponibili per gli avversari e il Brasile si mostra gravemente in difficoltà a trovare l’invenzione giusta che possa sbloccare l’incontro. A 3 minuti dal termine, i verdeoro trovano il vantaggio con Coutinho su assist di uno scatenato Everton, subentrato nel secondo tempo a Neres, ma nuovamente l’arbitro Bascunan annulla la rete per posizione irregolare. La sfida termina a reti bianche con parecchio rammarico brasiliano, ma da sottolineare una prestazione difensiva superlativa del Venezuela.