Alex Zanardi, i medici del San Raffaele: “Progressi, ma il quadro clinico resta complesso”

Alex Zanardi - Foto di Brunhild Media CC BY-SA 3.0

A oltre un mese di distanza dall’ultimo aggiornamento, i medici del San Raffaele di Milano hanno emesso un nuovo comunicato per informare tutti i tifosi di Alex Zanardi sulle condizioni del campione paralimpico travolto oltre tre mesi fa mentre viaggiava a bordo di una handbike e finito inizialmente in coma per poi affrontare una lunga riabilitazione: “Sta affrontando un percorso di cure sub-intensive, predisposto da una equipe multidisciplinare coordinata dai professori Luigi Beretta, direttore della Neurorianimazione, Mario Bussi, direttore di Otorinolaringoiatria, Sandro Iannaccone, direttore della Neuroriabilitazione, e Pietro Mortini, direttore della Neurochirurgia. Contemporaneamente è iniziato un ulteriore percorso chirurgico volto alla ricostruzione cranio facciale. Un primo intervento è già stato eseguito con successo, alcuni giorni fa, dal professor Mario Bussi ed è già in programmazione per le prossime settimane un secondo intervento che sarà eseguito dal professor Pietro Mortini. Inoltre, da diversi giorni Alex Zanardi è sottoposto a sedute di riabilitazione cognitiva e motoria, con somministrazione di stimoli visivi e acustici, ai quali il paziente risponde con transitori e iniziali segni di interazione con l’ambiente. A fronte di questi progressi significativi i medici ribadiscono, comunque, il permanere di un quadro clinico generale complesso, sulla cui prognosi e’ assolutamente prematuro sbilanciarsi”.