Giochi del Mediterraneo, Mornati: “Confermata la crescita dello sport italiano”

Carlo Mornati Carlo Mornati - Foto Mezzelani/GMT

Battere il risultato ottenuto quattro anni fa a Tarragona non è solo un fatto numerico, ma dà il trend di quanto sta succedendo allo sport italiano. È una continua escalation e i Giochi del Mediterraneo lo confermano, in tutte le manifestazioni abbiamo visto miglioramenti. Il trend positivo è diventata una non notizia e questo è positivo“. Lo ha dichiarato il segretario generale del Coni, Carlo Mornati, nella conferenza stampa organizzata a Casa Italia, a Orano, per tracciare un bilancio dei Giochi Mediterraneo che si chiudono oggi. “Con l’eccezione della pallamano, che aveva un compito particolarmente difficile, tutte le federazioni presenti sono andate a medaglia a Orano – ha rimarcato Mornati – La sfida alla Turchia è stata avvincente e ha confermato come i Giochi del Mediterraneo abbiano un grosso significato, perché ci sono nazioni molto evolute, che investono molto come la Turchia anche con una politica abbastanza borderline andando a prendere atleti da altre nazioni per puntare a vincere il medagliere. Noi abbiamo confermato di essere davanti ai nostri concorrenti come Francia, Spagna e i paesi balcanici, anche con le squadre B”.

L’autore: /

Romano, nato in una calda estate del 1995 mentre la capitale iniziava a scoprire Francesco Totti e Alessandro Nesta. Cresciuto tra la terra e i sassi dei campetti della periferia romana e appassionato di scrittura. Ma tra il pallone e la penna ho scelto un compromesso: scrivere di calcio